Una giovane coppia è stata trovata morta nella loro casa lunedì mattina dalla polizia. Il dramma si è consumato in Scozia, nella zona di Thornliebank  a Glasgow. A uccidere i due ragazzi, entrambi di ventitré anni, potrebbe essere stato il monossido di carbonio anche se la polizia per il momento non ha ancora confermato questa ipotesi. I due giovani si chiamavano Derek Hurles e Nicole McGeachin. Con loro nell’appartamento c’erano due cani, che sono stati trovati vivi. I servizi di emergenza sono rimasti sul luogo della tragedia fino alla tarda serata di ieri, quando gli agenti hanno chiuso l'appartamento. Sul posto per i rilievi sono intervenuti anche i vigili del fuoco.

I due giovani si frequentavano dal 2015 – Ai media britannici un vicino di casa ha detto che la coppia viveva lì da circa un anno e che lui non li vedeva da almeno tre giorni. “Il ragazzo era un muratore e un buon lavoratore”, ha aggiunto parlando di Derek. Da quanto emerso, Derek lavorava per la ditta di costruzioni e stava insieme a Nicole dal giugno del 2015. Lei, stando a quanto si legge sui social, era una ex allieva della Shawlands Academy.

In corso le indagini della polizia – “È orribile pensare che due persone così giovani siano morte”, ha commentato un altro vicino di casa che ha notato la polizia sul posto sin dal mattino: “Hanno bisogno di capire cosa è accaduto”, ha aggiunto. “Erano due ragazzi incantevoli e coi piedi per terra”, ha detto ancora ai media britannici un amico di famiglia parlando delle giovani vittime. La polizia, che ha aperto un'inchiesta, ha fatto sapere che attualmente le morti sono trattate come “inspiegabili”.