996 CONDIVISIONI
11 Maggio 2022
17:40

Giornalista Al Jazeera uccisa in Cisgiordania, le urla della collega mentre i soldati sparavano

In un video pubblicato sui social network si vede la collega di Shireen Abu Akleh mentre chiede aiuto sotto il fuoco di Israele. Abu Akleh, giornalista di Al Jazeera, stava raccontando i raid dei soldati israeliani a Jenin, in Cisgiordania. La reporter 51enne è stata colpita in viso da un proiettile ed è morta poco dopo l’arrivo in ospedale.
A cura di Gabriella Mazzeo
996 CONDIVISIONI

Shireen Abu Akleh, nota giornalista di Al Jazeera di 51 anni, è rimasta uccisa in un raid israeliano a Jenin, in Cisgiordania. Secondo quanto riferito da Al Jazeera, la giornalista stava raccontando quanto sta accadendo in queste settimane a Jenin, dove si stanno svolgendo continui raid di Israele per "contrastare gli attacchi terroristici palestinesi". La reporter è stata colpita da un proiettile in pieno viso ed è morta poco dopo essere arrivata in ospedale. Un altro giornalista palestinese che lavora per il quotidiano Al-Quds è stato ferito alla schiena.

In un video diffuso sui social network, si vede chiaramente il corpo di Abu Akleh a terra mentre i colleghi urlano all'altra reporter che era con lei, Shanta Hanaysha, di scappare dal raggio d'azione dei cecchini israeliani. Nel filmato è possibile vedere Hanaysha, terrorizzata dal fuoco dei soldati, che cerca di trascinare accanto a sé il corpo della collega Abu Akleh senza però riuscire ad afferrarlo. Un uomo, forse un collaboratore delle due, prova ad attraversare la strada per offrire ad Hanaysha e Abu Akleh assistenza, ma è costretto a tornare indietro dal fuoco nemico.

Quanto accaduto alla 51enne ha sconvolto i giornalisti di Al Jazeera. La rete ha affermato che i soldati israeliani hanno "ucciso a sangue freddo", continuando a sparare nonostante le richieste di aiuto della troupe. Abu Akleh è morta poco dopo l'arrivo in ospedale. Le sue condizioni infatti erano già gravissime quando sono intervenuti i soccorsi.

Nelle ultime settimane il governo di Tel Aviv ha ordinato raid quasi quotidiani nella Cisgiordania nell'ambito di una campagna repressiva per contrastare gli attentati all'interno di Israele. Le autorità ritengono che siano spesso i palestinesi di Jenin a portare avanti le aggressioni armate. L'ultima lo scorso 5 maggio, a El'ad, dove due persone armate di coltello hanno ucciso tre israeliani.

996 CONDIVISIONI
Giornalista di Al Jazeera uccisa dai soldati israeliani in Cisgiordania
Giornalista di Al Jazeera uccisa dai soldati israeliani in Cisgiordania
A Ramallah folla rende omaggio a giornalista di Al Jazeera uccisa
A Ramallah folla rende omaggio a giornalista di Al Jazeera uccisa
5 di askanews
La polizia israeliana carica ai funerali della giornalista uccisa: colpiti i portatori della bara
La polizia israeliana carica ai funerali della giornalista uccisa: colpiti i portatori della bara
65 di Videonews
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni