In Germania gli studenti sono tornati in classe da meno di una settimana ma qualcuno è stato già costretto a lasciare la propria scuola. Tutto a causa dei contagi di Coronavirus di nuovo in aumento. Nel Paese della cancelliera Angela Merkel il Covid ha ricominciato a diffondersi in modo preoccupante, con oltre mille casi nuovi di infezione al giorno: quelli registrati nelle ultime 24 ore sono 1445, stando ai dati del Robert Koch Institute. Il capitolo scuole preoccupa in questo momento la capitale Berlino, dove tra l’altro oggi sono stati riportati 125 positivi al Coronavirus in più rispetto al giorno precedente.

A Berlino casi di Coronavirus in 7 scuole

Nel giro di meno di una settimana sono già diversi i contagi da Coronavirus segnalati negli istituti scolastici di Berlino e c'è appunto anche il caso di una prima scuola che ha deciso di richiudere i battenti e rispedire i ragazzi a casa. Sarebbero al momento sette le scuole, che si trovano in quattro quartieri diversi, in cui si sono registrati i casi (singoli a quanto si sa per ora) di infezione da Covid-19. Gli istituti hanno reagito per lo più mettendo gruppi di studenti o classi in quarantena.

Polemiche sulla riapertura delle scuole

Intanto è previsto per oggi un incontro tra la cancelliera Angela Merkel, la leader dell'SPD Saskia Esken e diversi ministri dell'Istruzione dei Laender, per fare il punto della situazione. La gestione del settore fa capo alle regioni e nella città-Stato di Berlino il senato locale ha deciso di far ripartire le lezioni, cancellando anche la regola del distanziamento in aula. Gli studenti devono indossare la mascherina negli edifici scolatici, ma non quando sono al banco. Scelte che hanno scatenato anche delle polemiche. Un sindacato, ad esempio, ha fatto presente che sarebbe stato meglio ripartire alternando lezioni in presenza e online, mantenendo la divisione in gruppi, come accadeva a giugno.