115 CONDIVISIONI
22 Settembre 2021
08:17

Gabby Petito, l’autopsia conferma: “La blogger è stata uccisa”. Continua la caccia al fidanzato

I risultati dell’autopsia hanno confermato che Gabby Petito, la travel blogger americana di 22 anni trovata cadavere nel parco nazionale di Bridger-Teton in Wyoming, è stata uccisa. Le cause della morta non sono ancora state stabilite, secondo quanto ha precisato l’Fbi di Denver. Intanto, la polizia è ancora sulle tracce del suo fidanzato, il 23enne Brian Laundrie, scomparso da una settimana.
A cura di Ida Artiaco
115 CONDIVISIONI

Gabby Petito è stata uccisa. È arrivata nelle scorse ore la conferma dei risultati dell'autopsia che quello della travel blogger americana di 22 anni, scomparsa a fine agosto e trovata cadavere domenica scorsa nel parco nazionale di Bridger-Teton in Wyoming, è un caso di omicidio. Al momento le cause della morte non sono state ancora rese note. L'annuncio è apparso sul canale Twitter dell'Fbi di Denver: "Il medico legale della contea di Teton, il dottor Brent Blue, ha confermato che i resti trovati domenica sono quelli di Gabrielle Venora Petito, data di nascita 19 marzo 1999. La determinazione iniziale del dott. Blue sulla modalità della morte è omicidio. La causa deve ancora essere stabilita in attesa dei risultati finali dell'autopsia".

È ancora caccia al fidanzato Brian Laundrie

Gli inquirenti stanno concentrando le loro attenzioni su Brian Laundrie 23 anni, il fidanzato della vittima che da esattamente una settimana ha fatto perdere le sue tracce. I due da inizio luglio stavano facendo un viaggio in camper per gli Stati Uniti, raccontando le loro avventure sui social dove erano seguitissimi. Poi l'1 settembre lui è tornato a casa in Florida da solo. Dieci giorni più tardi, la famiglia della ragazza ne ha denunciato la scomparsa. Interrogato dalla polizia, Brian non ha fornito alcuna informazione su dove si trovasse Gabby, poi è sparito nel nulla. È ritento al momento "persona d’interesse per le indagini" ma non è accusato di alcun reato. Tuttavia, le cose potrebbero cambiare già nelle prossime ore alla luce di quanto emerso dall'autopsia.

Chi era Gabby Petito

La 22enne, originaria di New York e con oltre 800mila follower solo sul proprio profilo Instagram, è stata vista per l'ultima volta viva il 24 agosto, mentre faceva il check-out da un hotel nello Utah durante il suo viaggio attraverso gli Stati Uniti con il fidanzato. L'ultimo contatto di Gabby con la sua famiglia è avvenuto durante la visita della coppia al Grand Teton National Park. L'ultimo messaggio ricevuto da parte della ragazza è del 30 agosto: "Non c'è rete a Yosemite", si legge. La ragazza si era trasferita in Florida dopo aver conosciuto Brian Laundrie, diventato il suo fidanzato nel 2019. I due vivevano con i genitori di lui North Port. Da sempre condividevano la passione per i viaggi, che organizzavano insieme e di cui postavano video e foto sui loro account Instagram, YouTube e TikTok dove erano seguitissimi. Il 2 luglio scorso avevano deciso di intraprendere l'ultima avventura insieme: un viaggio in van per gli Stati Uniti a partire da Long Island per raccontare come è "viaggiare da nomadi". L'obiettivo era raggiungere l'Oregon entro la fine di ottobre, passando per Colorado, Utah e Wyoming. Ma il su sogno è stato spezzato improvvisamente.

115 CONDIVISIONI
Gabby Petito, l’autopsia conferma: “La blogger è stata uccisa”
Gabby Petito, l’autopsia conferma: “La blogger è stata uccisa”
207 di Videonews
Gabby Petito, i risultati dell'autopsia: la blogger è stata strangolata
Gabby Petito, i risultati dell'autopsia: la blogger è stata strangolata
Morta Gabby Petito, la blogger americana scomparsa in vacanza: caccia al fidanzato
Morta Gabby Petito, la blogger americana scomparsa in vacanza: caccia al fidanzato
3.085 di Videonews
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni