Incidente aereo nei cieli dell'Etiopia: un boeing 737 della Ethiopian Airlines, la compagnia aerea di bandiera del Paese, si è schiantato a Bishoftu (DebreZeit), mentre era in volo tra Addis Abeba e Nairobi, in Kenya. Secondo quanto ha appreso l'AdnKronos ci sono italiani tra le vittime. A quanto si apprende gli italiani coinvolti potrebbero essere legati ad alcune onlus. La Farnesina in questo momento sta verificando la possibile presenza di connazionali a bordo. Domani a Nairobi è in programma una conferenza sul clima dell'Onu pertanto sul volo erano presenti delegati di molti Paesi stranieri. La compagnia ha riferito che a bordo c'erano persone provenienti da 33 Paesi.  Secondo un primo elenco ci sarebbero stati 32 cittadini kenyani, 9 etiopici, 18 canadesi, 8 provenienti da Cina, Usa e Italia; 7 da Francia e Gran Bretagna, 6 dall'Egitto, 5 olandesi e 4 da India e Slovacchia.

La tragedia è avvenuta alle 8,44 locali, riferiscono la Bbc e Al Jazeera. L'ufficio della presidenza del consiglio dell'Etiopia ha che a bordo del velivolo c'erano 157 persone, 8 dei quali sono membri dell'equipaggio, e 149 passeggeri secondo quanto riferito da un portavoce della compagnia aerea etiope. I media di Addis Abeba riferiscono che l'aereo è scomparso dai radar 6 minuti dopo il decollo ed è precipitato in una zona che dista 48 chilometri dalla capitale. Non si conoscono ancora le cause dell'incidente. Secondo quanto ha riportato la televisione di Stato etiope "Fana" non ci sono sopravvissuti. La conferma è arrivata anche poco dopo dalla compagna aerea, il cui amministratore si è recato sul luogo dell'incidente.

"Confermiamo che il nostro volo di linea ET 302 da Addis Abeba a Nairobi è stato coinvolto in un incidente", ha detto la compagnia aerea in un comunicato. L'ufficio del primo ministro Abiy Ahmed ha scritto su Twitter che "esprime le sue più sentite condoglianze alle famiglie di coloro che hanno perso i loro cari sul volo di linea per Nairobi, in Kenya questa mattina".