46 CONDIVISIONI

Enormi sciami di zanzare invadono la città, residenti costretti a chiudersi in casa

Il fenomeno è apparso nei cieli della città di Pune, nell’India occidentale, mettendo in allarme i residenti di alcuni quartieri. Dopo le denunce pubbliche, le autorità locali hanno promesso un intervento sui luoghi di riproduzione degli insetti nell’acqua del fiume Mutha.
A cura di Antonio Palma
46 CONDIVISIONI
Immagine

A prima vista potrebbero essere confusi con stormi di uccelli intenti ad eseguire le loro evoluzioni in volo tra i palazzi, ma lo spettacolo visto in questi giorni nei cieli della città di Pune, nell'India occidentale, in realtà è opera di enormi sciami di zanzare. Le nuvole vorticose create dagli insetti hanno messo in allarme la cittadina indiana dove i residenti di alcuni quartieri sono stati costretti a chiudersi in casa per i rischi connessi.

Le zanzare infatti spaventano per le possibili punture che rappresentano un serio pericolo a causa delle malattie che diffondono. Il fenomeno è stato immortalato nelle aree di Keshavnagar e Kharadi Gavthan dove molti residenti addirittura non hanno potuto lasciare le loro case, mentre ai bambini non è permesso trascorrere del tempo nei giardini o nei parchi.

Secondo i media locali, alla base del fenomeno ci sarebbe l'acqua stagnante del fiume Mula Mutha ma anche l’assenza di interventi delle autorità pubbliche. Nella zona si sarebbe creato un clima umido che, senza nessuna tipo di intervento esterno, ha permesso la proliferazione enorme di questi insetti. La zona più colpita è quella del quartiere Kharadi dove per quattro giorni sciami di zanzare hanno imperversato formando vere e proprie scie nei cieli della città.

Dopo le denunce pubbliche, le autorità locali hanno promesso un intervento sui luoghi di riproduzione degli insetti nell’acqua del fiume Mutha. La Pune Municipal Corporation (PMC) ha avviato operazioni di disinfestazione e rimozione delle acque stagnanti che scorrono nelle vicinanze delle case.

“La rimozione degli acquitrini è iniziata la settimana scorsa, alcuni sono stati già rimossi a monte del fiume Mutha, dove l’acqua che scorre a valle è rimasta bloccata nel tratto del fiume vicino a Kharadi” ha spiegato un funzionario locale, aggiungendo che "l’acqua stagnante nell'area di Mundhwa vicino a Kharadi è cresciuta a causa dell'inquinamento dell'acqua del fiume". L’opera di risanamento sarà completata nei prossimi giorni.

46 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views