Dramma nel mondo del basket: Anthony Grundy, ex cestista americano noto anche in Italia, è morto a soli 40 anni.  La notizia è stata riportata da 247sports.com. Non si conoscono le cause del decesso. Nato a Louisville il 15 aprile 1979, play-guardia dalle eccellenti doti realizzative, Grundy si è ritirato nel 2014. Nel suo passato due esperienze in Italia: a Teramo nella stagione 2006/07 ed a Ferrara nel 2009/10. Dopo una carriera universitaria a North Carolina State, ha iniziato a girare prima gli States e poi altri continenti ù, passando dalla Germania alle leghe minori degli States, da Israele al Venezuela, fin quando gli Atlanta Hawks gli offrono la possibilità di giocare 12 partite in NBA.

"Morto a seguito di un violento litigio in famiglia"

Negli ultimi anni Grundy è stato protagonista di alcune vicissitudini a livello personale: nel 2011 è stato trovato a guidare in stato di ebbrezza per la quarta volta, venendo poi condannato a due anni una volta tornato in America dopo un periodo di vita in Ghana. Nello scorso giugno ha investito e ucciso un uomo senza fermarsi sulla scena dell’incidente, confessando una settimana dopo, pur non sapendo cos’avesse effettivamente colpito. Le circostanze del decesso vanno ancora chiarite. Secondo le indiscrezioni che arrivano dagli USA pare che Grundy sia deceduto in seguito al degenerare di un violento litigio con un familiare durante i festeggiamenti per il compleanno della madre.