245 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito

Auto esplosa sul ponte che unisce Usa e Canada: probabile attacco terroristico. Due morti

L’Fbi sta indagando sull’esplosione di un veicolo al valico di frontiera del Rainbow Bridge tra gli Stati Uniti e il Canada. All’interno del mezzo ci sarebbero altri esplosivi non deflagrati. Morti i due passeggeri.
A cura di Biagio Chiariello
245 CONDIVISIONI
Immagine

Il Rainbow Bridge, il ponte che unisce Stati Uniti e Canada, all'altezza delle cascate del Niagara, è attualmente bloccato dopo l'esplosione di un'automobile al valico tra i due Paesi, in quello che Fox News, citando proprie fonti, definisce un "tentato attacco terroristico". Ci sarebbero due vittime, l'Fbi sta indagando.

All'interno del veicolo c'erano due persone che sono morte, mentre un agente di frontiera è rimasto ferito. Secondo le forze dell'ordine giunte sul posto, ci sarebbero altri esplosivi non deflagrati all'interno del mezzo.

Secondo quanto riporta la Abc, che cita l’ufficio del sindaco di Niagara Falls, la macchina era giunta a un casello per entrare negli Usa, secondo le parole dello sceriffo della contea di Erie. Poco dopo è avvenuta l'esplosione.

Anche l’emittente televisiva Nbc parla di ”possibile attacco terroristico”, ma in una conferenza stampa Dominic LeBlanc, ministro della pubblica sicurezza canadese, ha detto che è troppo presto per dire se l'incidente sia un atto deliberato.

La governatrice dello Stato di New York, Kathy Hochul, è stata informata dell'incidente e sta "attentamente monitorando la situazione". Le foto e i video pubblicati sui social media mostrano la postazione di confine in fiamme. “Le agenzie statali sono sul posto e pronte ad assistere”, ha postato su X, ex Twitter. “Sto andando a Buffalo per incontrare le forze dell’ordine e i soccorritori e aggiornerò i newyorkesi quando saranno disponibili ulteriori informazioni”, ha aggiunto Hochul.

Ron Rienas, direttore generale della Buffalo and Fort Erie Public Bridge Authority, ha spiegato alla Abc che tutti e quattro i ponti tra Canada e Stati Uniti sul fiume Niagara sono stati chiusi "per precauzione" mentre proseguono le indagini per capire la natura dell'esplosione.

Tutti gli edifici governativi della zona sono stati evacuati. L'aeroporto di Buffalo, vicino al confine fra Stati Uniti e Canada, è stato chiuso per tutti i voli internazionali in arrivo e in partenza. Lo comunica la Federal Administration Aviation. La decisione è stata presa in seguito all'esplosione dell'auto nei pressi delle cascate del Niagara.

Il Rainbow Bridge è uno dei quattro valichi che collegano lo Stato di New York all'Ontario.

  

245 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views