Stava festeggiando dopo aver parato un rigore con il petto, quando si è sentito male ed è morto. Ramón Ismael Coronel, soprannominato "Piki" dagli amici, aveva solo 17 anni. A raccontare la drammatica vicenda, avvenuta martedì 9 luglio a Colonia San Manuel, è il quotidiano locale Reconquista Hoy. Secondo quanto ricostruito, durante una partita tra le squadre giovanili di una delle leghe regionali di Buenos Aires, Ramón  è crollato a terra dopo aver stoppato con il petto un penalty. Il ragazzo è stato portato in ospedale, a circa 50 chilometri di distanza, su un furgone. Il direttore della struttura sanitaria h detto che il paziente è entrato nel pronto soccorso già in arresto cardiaco e non ha risposto ai tentativi di rianimarlo. I compagni di gioco hanno sottolineato l’assenza di personale di soccorso sul posto. E sulla vicenda sta indagando anche il procuratore locale, il quale ha affermato che il giovane una ventina di giorni prima aveva subito un trauma cranico. Il medico gli aveva consigliato di stare a riposo, ma Ramón, purtroppo, non avrebbe seguito il suggerimento.

Un cugino ha raccontato al giornale locale Reconquista Hoy: "Era al settimo cielo perché aveva parato il rigore e stava festeggiando quando è crollato a terra". Il papà della vittima, Eduardo Coronel, ha dichiarato: "Non riesco a capire perché non ci fosse un'ambulanza in un evento come questo". La Northern Football League regionale, la lega dove milita l’Union de Golondrina, la squadra del 17enne, ha dichiarato: "Confermiamo la morte del giocatore dell' Union de Golondrina Ramon Ismael Coronel, alias Piki. I nostri pensieri sono con la sua famiglia e il club in questo momento difficile".