Come avviene ogni anno, anche per il 2020 è stato stilato il calendario dei pagamenti delle pensioni degli italiani. L’Inps ha reso note, attraverso la circolare numero 147 dell’11 dicembre 2019, le date – mese per mese – in cui gli assegni previdenziali verranno versati nelle tasche dei cittadini che ne hanno diritto. La circolare contiene, dunque, tutte le date di pagamento delle pensioni nel 2020, oltre che i criteri, gli importi e le conseguenti rivalutazioni dei trattamenti previdenziali, seppur non ancora aggiornati sulla base di quanto poi stabilito (alla fine del mese) con la legge di Bilancio che ha leggermente variato alcuni importi riguardanti la rivalutazione. Nello specifico, per quanto riguarda le date, la circolare riporta una tabella con tutti i giorni mese per mese, a partire da gennaio, quando l’assegno verrà versato il 3 del mese.

La data di pagamento delle pensioni non è sempre la stessa, ma varia ogni mese in base al giorno della settimana in cui cade il primo. Così in alcuni mesi si slitta di uno o più giorni perché l’inizio della mensilità corrisponde con un sabato, una domenica o un’altra festività. In ogni caso per il 2020 il pagamento non avverrà mai oltre il 4 del mese (nel caso di maggio) e in generale avverrà sempre entro il 3 di ogni mensilità.

Cosa prevede la normativa sulle date del pagamento delle pensioni

La legge prevede che le pensioni vengano pagate il primo giorno bancabile del mese. In passato si prevedeva che gli assegni arrivassero il giorno 10, ma da gennaio 2018 la nuova normativa prevede che gli assegni “sono posti in pagamento il primo giorno di ciascun mese o il giorno successivo se il primo è festivo o non bancabile, con un unico mandato di pagamento ove non esistano cause ostative, fatta eccezione per il mese di gennaio in cui il pagamento avviene il secondo giorno bancabile”. Quindi l’unica eccezione è quella di gennaio, con il pagamento previsto per il secondo giorno bancabile.

In tutti gli altri mesi il pagamento dovrebbe avvenire nel primo giorno, tranne nel caso in cui gli istituti e le Poste non siano funzionanti, come nel caso dei festivi, delle domeniche e solo per le banche anche dei sabati. C’è quindi differenza se la pensione viene erogata alle Poste o in banca: chi la riceve nel suo istituto di credito non può averla il sabato (non essendo un giorno bancabile), mentre alle Poste sì.

Pensioni, le date di pagamento del 2020 mese per mese

Per molti dei mesi del 2020 il pagamento delle pensioni avverrà il primo giorno del mese (accadrà per otto mesi alle Poste e per sei in banca), mentre negli altri casi la data oscillerà dal 2 al 3 del mese, fatta eccezione per maggio quando in banca si dovrà aspettare il 4. Andiamo a vedere tutte le date mese per mese:

Gennaio: sia alle Poste che in banca venerdì 3 gennaio.

Febbraio: sabato 1 febbraio alle Poste, lunedì 3 febbraio in banca.

Marzo: lunedì 2 marzo sia alle Poste che in banca.

Aprile: mercoledì 1 aprile sia alle Poste che in banca.

Maggio: sabato 2 maggio alle Poste e lunedì 4 maggio in banca.

Giugno: sia alle Poste che in banca lunedì 1 giugno.

Luglio: per Poste e banche mercoledì 1 luglio.

Agosto: alle Poste sabato 1 agosto, in banca lunedì 3 agosto.

Settembre: martedì 1 settembre sia alle Poste che in banca.

Ottobre: giovedì 1 ottobre per Poste e banche.

Novembre: sia alle Poste che in banca lunedì 2 novembre.

Dicembre: martedì 1 dicembre sia per le Poste che in banca.

Tredicesima: verrà erogata insieme all’ultima mensilità, sia alle Poste che in banca martedì 1 dicembre.