Jeff Bezos (Getty).
in foto: Jeff Bezos (Getty).

Non solo sono tra i più ricchi del mondo, ma le loro risorse sembrano addirittura moltiplicarsi. Il 2017 si chiude con il botto per i "Paperoni" planetari: la loro fortuna è aumentata negli ultimi 12 mesi del 23 per cento. In altre parole, ciò significa che i 500 uomini più ricchi in assoluto hanno complessivamente un patrimonio di circa 5.300 miliardi di dollari, cioè mille miliardi in più del 2016. È quanto emerge dall'indice dei miliardari di Bloomberg. In cima alla lista, c'è ancora una volta Jeff Bezos, papà di Amazon, che ha incrementato i suoi guadagni di ben 34,2 miliardi per un totale di 99,6 miliardi. Il fondatore del colosso di e-commerce ha così scalzato dal posto più alto del podio Bill Gates.

Conquista la terza posizione Warren Buffett, considerato il più grande value investor di sempre, con 85 miliardi, e la quarta il fondatore di Zara, Amancio Ortega, con 75,5 miliardi. Mark Zuckerberg, Ceo di Facebook, mantiene, invece, il suo quinto posto sul totale, in quanto ha incassato 72,6 miliardi di dollari, ma perde nell'ultimo cambio, così come anche Carlos Slim, tycoon messicano, gli ideatori del motore di ricerca Google, Larry Page (al decimo posto) e Sergey Brin(all'11esimo), e il presidente di Alibaba, Jack Ma (al diciassettesimo). Il primo italiano nella classifica delle 500 personalità più ricche del mondo è Giovanni Ferrero, che si piazza al 33esimo posto, seguito da Leonardo Del Vecchio, fondatore di Luxottica, al 37esimo posto, mentre Silvio Berlusconi non riesce a fare meglio del 177esimo gradino. Chiude Giorgio Armani, con 8,16 miliardi.

A livello geografico, sono i miliardari della Cina ad avere guadagnato di più nel 2017. Ci sono anche 27 russi, che hanno aggiunto 29 miliardi a 275 miliardi. A far la parte del leone sono però gli americani: nella classifica ce ne sono ben 159, che hanno visto salire il proprio patrimonio del 18%, ovvero di 315 miliardi, a un totale di 2.000 miliardi. Tra i maggiori perdenti, sempre secondo Bloomberg, c'è invece il miliardario francese delle telecomunicazioni Patrick Drahi, il cui patrimonio è sceso del 39% a 4,1 miliardi di dollari, oltre al principe saudita Alwaleed Bin Talal, che ha perso quasi 2 miliardi, a causa dello scandalo corruzione che ha travolto il principe ereditario Mohammed bin Salman.