Solo il 29 aprile scorso Zubin Mehta ha spento ben ottantatré candeline per una vita vissuta ai massimo, soprattutto per la gloriosa carriera di direttore d'orchestra dagli inizi degli anni Sessanta. Oggi invece, dal Teatro alla Scala di Milano arriva l'annuncio di un mese di maggio 2019 in cui il maestro nato a Mumbai darà prova delle sue capacità sul podio in ben sette occasioni. Un maggio nel nome di Mehta a Milano, dunque.

Per iniziare tre serate per la Stagione Sinfonica con l’Ottava di Bruckner. Venerdì 3, sabato 4 e sabato 11 maggio, infatti, Mehta dirigerà il settimo concerto della Stagione Sinfonica del Teatro, sui leggii la Sinfonia n° 8 di Anton Bruckner nella versione 1890. Posti quasi del tutto esauriti.

Martedì 7 maggio, invece, in palcoscenico al Piermarini salirà l’Orchestra dell’Accademia a favore della Fondazione Saint Francis Home. Sul podio sempre il maestro indiano Zubin Mehta, mentre al pianoforte ci sarà Maurizio Pollini, due leggende della musica per la giovane compagine orchestrale, giunta al secondo anno di perfezionamento all’Accademia scaligera.

Venerdì 17 maggio sarà la volta del il Concerto straordinario in collaborazione con il “Cortile dei Gentili”, preceduto da un dialogo tra il Maestro e il Cardinale Gianfranco Ravasi. Alla base della conversazione una riflessione su diverse tradizioni musicali, come quella persiana e indiana, e l’affermazione dell’ineffabile, del trascendente, come dimensione fondamentale della musica che la rende un linguaggio universale.

Sabato 18 maggio, infine, il Maestro inaugurerà la seconda edizione del Festival di Musica Sacra di Pavia il cui programma sarà annunciato lunedì 6 maggio durante una conferenza stampa che ne illustrerà i dettagli.