Castello di Masino Caravino (TO) foto di Paolo Barcucci @FAI
in foto: Castello di Masino Caravino (TO) foto di Paolo Barcucci @FAI

Torna la Giornata del Panorama promossa dal FAI. L'evento dedicato all’osservazione attenta e consapevole del paesaggio è previsto per la prossima domenica, 13 settembre 2020. L'iniziativa che dal 2014 il Fondo Ambiente Italiano dedica ai paesaggi che circondano i suoi Beni e alla promozione della loro conoscenza, organizzato in collaborazione con Fondazione Zegna, sarà aperta e partecipata a chiunque riuscirà a prenotarsi tramite il sito dedicato, dove sarà possibile consultare il programma completo, con orari e costi delle attività.

Durante la giornata sono in programma attività ricreative e di piacevole svago, ma anche e soprattutto attività culturali, con passeggiate e visite guidate che avranno come protagonista indiscusso il patrimonio di ambiente e paesaggio dentro e fuori questi siti, fatto di mare, monti, borghi, campi coltivati, parchi, boschi e aree naturalistiche ricche di flora e di fauna. Una vera e propria immersione in dieci affascinanti panorami con peculiarità uniche, che potranno essere guardati “da lontano” ma anche scoperti “da vicino” seguendo, se lo si vorrà, gli itinerari guidati e non che verranno suggeriti e che toccheranno i principali luoghi di interesse di ciascun territorio.

Nove Beni del Fai, in sette regioni italiane, saranno aperti per la Giornata del Panorama, sono: il  Castello e Parco di Masino a Caravino (TO), Villa Flecchia e Collezione Enrico a Magnano (BI), Podere Case Lovara a Punta Mesco, Levanto (SP), Villa dei Vescovi a Luvigliano di Torreglia (PD), Orto sul Colle dell’Infinito a Recanati (MC), Bosco di San Francesco ad Assisi (PG), Baia di Ieranto a Massa Lubrense (NA), Saline Conti Vecchi ad Assemini (CA) e Batteria Militare Talmone a Punta Don Diego, Palau (SS) – a cui si aggiunge l’Oasi Zegna a Trivero (BI).