Due nuovi spettacoli di opera lirica dalla collaborazione tra il Teatro alla Scala di Milano e la Rai nell'ambito della partnership per la campagna #iorestoacasa durante l'emergenza da coronavirus nel nostro Paese. Così giovedì 9 aprile, su Rai Play online per 30 giorni e alle ore 10 su Rai 5, due imperdibili appuntamenti con, rispettivamente, la Madame Butterfly di Giacomo Puccini e Il ratto dal serraglio di Mozart.

La Madame Butterfly, di Giacomo Puccini, che sarà online per 30 giorni dalla pubblicazione, nella versione del 1904, vede alla direzione il maestro Riccardo Chailly, per la regia di regia di Alvis Hermanis, che firma anche le scene con Leila Fteita. Questo spettacolo ha inaugurato la stagione 2016/2017 del Teatro alla Scala di Milano. Fa parte del percorso artistico-filologico con cui Riccardo Chailly sta riportando alla Scala tutte le opere di Puccini eseguite secondo le originali intenzioni dell’autore e ottenne un successo particolarmente caloroso.

Alle 10 su Rai5, invece, sarà trasmetto il Ratto dal serraglio di Wolfgang Amadeus Mozart, (Die Entführung aus dem Serail, con direttore Zubin Mehta, regia di Giorgio Strehler ripresa da Mattia Testi, scene e costumi di Luciano Damiani, con Lenneke Ruiten, Sabine Devieilhe, Mauro Peter, Maximilian Schmitt e Tobias Kehrer. Nel 2017 il Teatro alla Scala ricordava nel ventennale della scomparsa di Giorgio Strehler e nel decennale di quella di Luciano Damiani, una delle coppie regista/scenografo più straordinarie del teatro italiano riportando in scena il leggendario allestimento de Die Entführung aus dem Serail presentato nel 1965 al Festival di Salisburgo con la direzione di Zubin Mehta, che aveva allora 29 anni, e più volte ripreso nello stesso festival e alla Scala.

Andrà avanti anche domani la pubblicazione sulla piattaforma RaiPlay di uno spettacolo al giorno: 30 produzioni in gran parte inedite per il web. Ogni spettacolo resta visibile per un mese a partire dalla data di pubblicazione: oltre allo spettacolo del giorno gli utenti possono scegliere di vedere una qualsiasi delle opere rese disponibili nei 30 giorni precedenti.