18 Febbraio 2013
22:11

Sospesi nella schiuma spazio-temporale di Tomás Saraceno

“On Space Time Foam” è l’immaginifico lavoro dell’architetto Tomás Saraceno, una spettacolare installazione sospesa nel Cubo dell’HangarBicocca. Macro e micro-struttura del mondo, incontro a mezz’aria tra arte e scienza.
A cura di Clara Salzano
One space time foam

Un numero da record: oltre centomila visitatori hanno potuto camminare nel vuoto, sostenuti solo da una bolla d’aria, grazie all'installazione di Tomás Saraceno all’HangarBicocca di Milano. “On Space Time Foam” è il titolo dell’avvenieristica e suggestiva struttura dell’artista-architetto argentino, un’opera gigantesca e leggerissima, un grande “strumento musicale” che vibra, apparentemente al di là delle leggi gravitazionali.

Se nella biografia ufficiale dell'artista si legge che vive e lavora “sul pianeta Terra e oltre” è perché spesso l' arte di Saraceno prende letteralmente il volo, coniugando creatività visionaria alla ricerca scientifica e immaginando nuovi scenari possibili.

Allestimento di On Space Time Foam

Il titolo dell’opera fa riferimento a un’espressione che in fisica serve a indicare delle particelle subatomiche in rapido movimento. Le opere di Saraceno sono spesso site-specific e in questo caso è stata infatti la conformazione stessa del “Cubo” dell’HangarBicocca (forma geometrica spesso utilizzata in ambito scientifico per rappresentare i concetti di spazio e tempo) ad averlo influenzato nella realizzazione dell’installazione. La superficie complessiva è di 1200 m², sollevata a 20 metri d’altezza, un’opera che si realizza pienamente solo nel momento in cui si attiva la doppia possibilità di essere guardata dal basso e praticata dall’alto. Ma quello che colpisce di più è la relazione che si crea tra un livello e l’altro, e quello che succede ai visitatori una volta che interagiscono con essa: «ogni passo, ogni respiro che si compie ha un effetto su ogni strato dello “spazio-membrana” che ho creato – una metafora del nostro modo di vivere interdipendenti e interconnessi» sostiene l’artista (un'anima da sognatore e un curriculum da architetto).

Quello di "On space time foam" (letteralmente: Nella Schiuma Spazio-temporale) è una tappa importante del progetto in progress Cloud-Cities, una serie di lavori basati sull’idea utopica di realizzare piattaforme sospese, ecosostenibili e vivibili dall’uomo.

Saraceno

Saraceno si misura con il concetto di limite sfidandolo e arrivando a concepire un dispositivo mai realizzato prima, che viene attivato dalla partecipazione dei visitatori. Per provare a volare, ai visitatori,  è bastato salire su uno dei tre strati di membrana  trasparente in PVC creati dall'artista argentino insieme a un gruppo di ingegneri della Lindsrand Technologies, azienda leader nel settore aerospaziale, e lasciarsi trasportare dalla bolla d'aria. La membrana vibra come un timpano grazie all'aria che abita lo spazio del Cubo. Si cade, si perde l'equilibrio, si guarda giù spaventati, ci si trova a giocare sulla gigantesca installazione gonfiabile che prende vita, si muove. "On Space Time Foam" trasforma l’architettura in un organismo vivente che respira grazie ai movimenti di chi la attraversa, rendendo visibili le infinite relazioni che ci legano allo spazio.

Vista dal basso

L’opera trae ispirazione da una molteplicità di ambiti culturali e si presta a essere interpretata secondo differenti chiavi di lettura: metafora delle possibili interrelazioni tra individui e società, immagine visibile delle più avanzate teorie della fisica contemporanea, architettura utopica che trasforma lo spazio, esperimento di psicologia sociale. «Mi piace lavorare sulle interconnessioni, sulla reciprocità delle relazioni tra le persone. In maniera sperimentale, voglio costruire in modo da mettere in contatto la gente e ragionare sulla condivisione. In questo senso l’opera presentata all’Hangar Bicocca, solo l’ultimo capitolo del mio progetto Cloud Cities , è di assoluta importanza. Lo spazio si genera con l’ingresso delle persone, si modifica con il loro peso. Sarà interessante osservare la sincronicità dei movimenti. Forse due persone vicine molto pesanti formeranno un buco nero» dice, scherzando, l’artista.

“Possiamo considerare On Space Time Foam un progetto architettonico nel momento in cui vediamo il Pianeta Terra come una grande struttura a livello spaziale.”
Tomas Saraceno
Tomás Saraceno porta avanti la sua ricerca architettonica occupandosi soprattutto di costruire e progettare un futuro ecosostenibile e un universo alternativo che non è mai stato così vicino. Dopo la tappa milanese infatti l'artista è stato invitato a collaborare con il CAST (Center for Art, Science & Technology), nuovo programma istituito dal Mit di Boston, e a testare la fattibilità del modello abitativo presentato a Milano in luoghi quali il tetto del Metropolitan Museum di New York e, nel prossimo futuro, una biosfera fluttuante da posizionare sopra le Isole Maldive, con pannelli solari e un sistema per desalinizzare l'acqua marina. “Cloudy City” e “Air-Port-City” , altri importanti progetti in progress dell’architetto argentino, sono sistemi di opere che nel loro insieme costituiscono una riflessione articolata sulla necessità di concepire nuovi stili di vita, nuove modalità di viaggiare e di comunicare, soluzioni ecosostenibili per la creazione di architetture non omologate.                                                                                                                                                                     

La spettacolare installazione di Saraceno introduce profonde tematiche e problematiche della contemporaneità in maniera immediata, smaliziatamente pop.

Connessioni

L’artista abbatte i confini dei saperi. Incrocia arte, architettura, fisica, ingegneria e biologia. Crea audaci sistemi disequilibranti, ludiche architetture del possibile,  trasparenti utopie percorribili, evidentemente debitrici di seminali esperienze novecentesche quali quelle di Buckminster Fuller, Yona Friedman, Frei Otto, Archizoom, fino alle possibili suggestioni di Piero Manzoni e il suo Placentarium. Con la differenza che, mentre la gran parte di questi progetti vive solo su carta ma, per la forza iconica e immaginativa che la caratterizza continua ad alimentare il dibattito teorico nonché sogni e visioni delle successive generazioni, Saraceno prova davvero a concretizzare l’utopia.

Allerta meteo 8 giugno per maltempo e temporali: le Regioni a rischio
Allerta meteo 8 giugno per maltempo e temporali: le Regioni a rischio
Allerta meteo domani 18 giugno per maltempo e temporali: tutte le Regioni a rischio
Allerta meteo domani 18 giugno per maltempo e temporali: tutte le Regioni a rischio
Caldo rovente e temporali di calore, anticiclone Scipione sempre più potente: le previsioni meteo
Caldo rovente e temporali di calore, anticiclone Scipione sempre più potente: le previsioni meteo
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni