"L'Italia è un paese circondato dal mare, il Paese lo richiede da anni". Così il ministro Dario Franceschini ha presentato, tra le altre novità previste dal prossimo decreto che riorganizza il Mibact, l'istituzione di una soprintendenza nazionale per il patrimonio subacqueo. L'idea, come ha spiegato il titolare del dicastero ai Beni Culturali e al Turismo, nasce dalla constatazione "fin troppo ovvia" che il nostro Paese è circondato dal mare, motivo per cui è impensabile continuare a fingere che una cospicua parte del patrimonio culturale da tutelare e valorizzare non sia a livello subacqueo, cioè sott'acqua. Così un tweet dal profilo ufficiale del ministero:

"Ha origine dalla consapevolezza fin troppo ovvia che l'Italia è circondata dal mare, il Paese la richiede da decenni" c'è scritto nel tweet. La Soprintendenza Nazionale per l'Archeologia del patrimonio Subacqueo, ha poi annunciato il ministro Franceschini, è stata istituita con sede a Taranto, ma avrà altri due centri operativi: a Venezia e a Napoli.

Il ministro Franceschini: "In arrivo 6 musei autonomi"

Come ha annunciato ieri il ministro Dario Franceschini, sono ben sei i nuovi musei autonomi, dal Palazzo Reale di Napoli al Palazzo Venezia e Vittoriano di Roma. Nel decreto di riorganizzazione del ministero voluto da Dario Franceschini viene ripristinata l’autonomia di musei, come l’Accademia di Firenze, soppressa dall’ex ministro Bonisoli. Per Franceschini il nodo da sciogliere nei prossimi mesi resta quello dell’organico ministeriale che dovrà occuparsi di mettere in pratica quanto contenuto nel decreto di riorganizzazione.