163 CONDIVISIONI
15 Agosto 2022
11:38

L’Iran nega collegamenti con l’aggressione a Salman Rushdie ma dice: “Lui è l’unico responsabile”

È scontro tra Usa e Iran dopo l’aggressione allo scrittore Salman Rushdie: botta e risposta tra il Segretario di Stato Usa e il Ministero degli Esteri iraniano.
A cura di Redazione Cultura
163 CONDIVISIONI
Salman Rushdie (Hannelore Foerster/Getty Images)
Salman Rushdie (Hannelore Foerster/Getty Images)

L'Iran ha negato qualsiasi collegamento con l'uomo che ha aggredito e accoltellato lo scrittore Salman Rushdie dopo che il Segretario di Stato americano Antony Blinken aveva accusato i media iraniani di essere contenti per quello che era avvenuto e definendo il loro atteggiamento "spregevole". Come noto, Rushdie è stato aggredito mentre interveniva in una conferenza a New York, un uomo è corso sul palco accoltellandolo più volte prima di essere fermato e immobilizzato; benché ora sia fuori pericolo le ferite riportate sono state importanti. Da anni sulla testa di Salman Rushdie pende una fatwa, una condanna a morte, a causa del libro "I versi satanici", che per anni lo ha costretto a vivere scortato.

Alle parole del Segretario di Stato americano ha risposto il portavoce del Ministro degli Esteri iraniano che ha escluso in maniera categorica qualsiasi collegamento con l'attacco e con l'aggressore, Hadi Matar, cittadino americano di 24 anni, che davanti al giudice si è dichiarato non colpevole: "Nessuno ha il diritto di attaccare la Repubblica Islamica dell'Iran" ha detto Nasser Kanaani Tehran che ha anche specificato, però, che la colpa è soprattutto dello scrittore: "In questo attacco, non consideriamo nessuno tranne Salman Rushdie e i suoi sostenitori degni di biasimo e persino di condanna"

Blinken aveva parlato di Rushdie come di uno scrittore che "ha costantemente difeso i diritti universali di libertà di espressione, libertà di religione o credo e libertà di stampa" condannando chi aveva incitato alla violenza "in particolare le istituzioni statali iraniane (che) hanno incitato alla violenza contro Rushdie per generazioni e i media affiliati allo stato hanno recentemente gongolato per l'attentato alla sua vita. Questo è spregevole".

Intanto nonostante la gravità delle ferite – Rushdie ha subito danni al fegato e a un occhio, che rischia di perdere -, le condizioni dello scrittore sono in via di miglioramento, come ha fatto sapere il figlio Zafar Rushdie: "Sebbene le ferite che gli cambieranno la vita siano gravi, il suo solito senso dell'umorismo esuberante e provocatorio rimane intatto" ha scritto in un comunicato stampa.

163 CONDIVISIONI
Maratona di lettura e solidarietà per Salman Rushdie:
Maratona di lettura e solidarietà per Salman Rushdie: "Non lasciamo soli gli intellettuali"
Il responsabile cultura di Fratelli d'Italia dice che le coppie omosessuali sono illegali
Il responsabile cultura di Fratelli d'Italia dice che le coppie omosessuali sono illegali
"C'è un personaggio con due mamme, la Rai non lo trasmetta": Fratelli d'Italia contro Peppa Pig
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni