Appena uscito l'autobiografia di Rocco Casalino dal titolo ‘Il portavoce‘ balza ai primi posti nelle classifiche dei libri più venduti. Almeno sui grandi player online. Nel fine settimana il memoir del responsabile della comunicazione, spin doctor dell'ex presidente del Consiglio Giuseppe Conte, è atteso alla prova delle librerie fisiche. Dopo diversi passaggi televisivi, arrivati proprio nella fase di passaggio tra il suo governo e quello di Mario Draghi, l'autobiografia di Casalino è al momento in cui scriviamo al quarto posto di Amazon e al terzo su Ibs.

Non mi ha regalato niente nessuno, questo è sicuro. E se sono orgoglioso di dove sono arrivato non è tanto per il ruolo che ricopro ma perché non dimentico mai da dove sono partito, cioè dalle condizioni più svantaggiate dell'universo. Sono convinto che esistano casualità, ostacoli, fortune, sfortune, coincidenze, mille cose che non controlliamo, e allo stesso tempo credo che ognuno di noi sia artefice del proprio destino.

‘Il portavoce' (Piemme) è il memoir di Rocco Casalino, che racconta una storia diversa da quella di tanti politici italiani. "La sua è un'infanzia – recita la sinossi del volume – è segnata da povertà, violenze e umiliazioni. Trascorre i primi quindici anni della sua vita in Germania, figlio di emigrati, in una casa modesta insieme a un padre violento, alla madre e alla sorella".

"Rocco studia duramente, è il più bravo della classe, la matematica gli piace e gli riesce facile – continua – Così, tornato in Italia, si iscrive alla facoltà di ingegneria, ma una volta laureato scopre presto che le prospettive che gli si offrono al Sud non soddisfano le sue ambizioni e la sua voglia di riscatto. Che fare? Come ci si affranca da un destino che sembra inesorabilmente segnato? Fa il provino al primo Grande Fratello nella speranza di avere l'occasione per un cambiamento. Lascia poi la tv e inizia un percorso da giornalista. Qualche anno più tardi, approdato alla politica, scala il Movimento 5 Stelle con la grinta che ha imparato a coltivare. Ama uomini e donne, seduce e si lascia amare, avido di sentimenti veri. Rocco è ambizioso ma è anche bravo, impara la comunicazione politica da Gianroberto Casaleggio, per poi cambiare quella del Movimento 5 Stelle, stando fianco a fianco con Di Maio e Di Battista, e cresce su, su fino ad arrivare alla carica attuale".