Ventidue milioni di euro da destinare a all'editoria specializzata in arte e turismo e per i fornitori di servizi guida, audioguida o didattica nei musei. È quanto contenuto nel decreto firmato oggi dal ministro per i beni e le attività culturali e per il turismo Dario Franceschini per sostenere due settori in grande difficoltà come quello dell'arte e del turismo. Una quota di dodici milioni dai 22 milioni di euro complessivi sarà stanziata a favore del Fondo emergenze imprese e istituzioni culturali. Positiva la reazione del mondo editoriale a questo provvedimento già anticipato dal ministro nelle settimane scorsa.

"Con il decreto firmato oggi dal ministro per i beni e le attività culturali e per il turismo Dario Franceschini il governo aggiunge un importante e indispensabile tassello nel disegno complessivo di sostegno all’editoria italiana, individuando, come avevamo segnalato, nella produzione di libri d’arte e per il turismo due settori particolarmente in sofferenza" ha dichiarato Ricardo Franco Levi di AIE – Associazione Italiana Editori.

Il governo sta agendo a tutto campo per il sostegno all’editoria libraria nel nostro Paese e come Associazione siamo fieri di aver contribuito a definire gli interventi più efficaci: dal sostegno alla domanda delle biblioteche e dei giovani, per arrivare fino agli aiuti diretti per i soggetti più in difficoltà della filiera, come piccoli editori e, adesso, editoria specializzata in arte e turismo”.

Il provvedimento firmato dal ministro Franceschini anticipa una legge allo studio che possa sostenere tutta lafiliera del libro nel nostro Paese, coinvolgendo autori, editori, distributori, librerie e giovani. L’idea, dopo lo sforzo per sostenere il libro nella fase più acuta della pandemia, è utilizzare i fondi del programma Next Generation EU per aumentare i tassi di lettura nel nostro Paese.