Il maltempo continua a provocare danni in Toscana. Una tromba d'aria ha raggiunto tra sabato e domenica scorsi Orbetello, in provincia di Grosseto, tra le più colpite dai temporali degli ultimi giorni, e distrutto quasi completamente la riserva naturale di Duna Feniglia. "L'evento – hanno spiegato i carabinieri  del reparto per la Biodiversità – ha interessato una superficie complessiva di circa 8 ettari di pineta: ad una prima stima sono state sradicate e stroncate circa mille piante di pino domestico". Le immagini, riprese dai cittadini, stanno facendo in questi minuti il giro della rete. La furia del vento ha sradicato 8 ettari di macchia mediterranea lungo questo pezzo di terra che unisce la costa di Ansedonia all'Argentario.

Inoltre, siccome alcuni degli alberi sono caduti a terra, si è resa necessaria l’interruzione della viabilità principale e secondaria all’interno della riserva. Un tratto di quella centrale, per i primi due km dal lato Ansedonia, è stato interdetto al passaggio pedonale. Per questi motivi, si invitano i visitatori a prestare la massima precauzione ad accedere ai sentieri della riserva poiché persistono situazioni di potenziale pericolo per caduta piante e rami. Sono ancora in corso interventi di messa in sicurezza della zona. Sempre nei giorni scorsi, un'altra tromba d'aria aveva colpito Marina di Carrara, sempre in provincia di Grosseto, scoperchiando il tetto dell'Hotel Atlantic. Le tegole e altri materiali sono infatti andati a finire sui bagni Venezia, Polda e Stella del mare, oltre che sulla strada che è rimasta bloccata per ore, e i vigili del fuoco hanno dovuto lavorare a lungo per riportare la situazione sotto controllo e bonificare l'area nel tratto di viale Vespucci dai detriti. Qui i danni sono stati stimati in decine di migliaia di euro.