Tragedia nel cuore della notte a Paese, in provincia di Treviso, dove due donne sono morte carbonizzate a causa di un terribile rogo che intorno alle 2 di stanotte si è sprigionato nella frazione di Castagnole, lungo la Feltrina. La dinamica dell’accaduto è al vaglio di carabinieri e vigili del fuoco.

L’allarme è stato dato dal proprietario della casa, trovato in stato confusionale dai vigili del fuoco  intervenuti sul posto. L’uomo ha raccontato che non riusciva più a trovare la moglie e un’altra donna che era con lei. L’incendio che aveva avvolto l’abitazione e i capannoni annessi era ormai divampato ed è stato impossibile entrare nei locali per cercarle. Solo quando il rogo è stato spento, i vigili del fuoco hanno trovato i loro corpi carbonizzati: a perdere la vita Franca Fava, 58 anni,  e Fiorella Sandre, 74enne amica di famiglia. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco di Treviso, di Asolo, di Conegliano e Mestre che stanno tutt'ora cercando di stabilire le cause del rogo. Sembra che poco prima dello scoppiare dell'incendio si siano udite in zona alcune esplosioni. Indagini sono in corso da parte dei carabinieri della Compagnia di Montebelluna per chiarire le cause della tragedia. Sul posto anche il pm Anna Andreatta.

Giuseppe Quinto, vicecomandante dei vigili del fuoco di Treviso, ha raccontato: "A dare l’allarme, con una drammatica telefonata al 113, è stata una delle due donne, intrappolata in casa dal fuoco. Un cadavere, carbonizzato, è stato trovato in bagno, il secondo in un’altra stanza. L'uomo si trovava invece al piano superiore: è riuscito a mettersi in salvo attraverso una scala esterna".