Un bambino di pochi mesi è stato dimenticato in treno dai genitori. E' accaduto ieri sera ad Airasca, in provincia di Torino, dove un uomo e una donna appena scesi dal convoglio si sono accorti di aver inavvertitamente abbandonato il bebè a bordo, addormentato nell'ovetto in cui l'avevano sistemato. Quelli che sono seguiti sono stati attimi di autentico terrore, visto che i due hanno visto allontanarsi il treno con il figlioletto a bordo.

E' successo ieri sera intorno alle 19 e 20. Un uomo e una donna sono scesi dalla carrozza del regionale  della Sfm2 diretto a Pinerolo, hanno scaricato i bagagli e anche il telaio del passeggino, ma non il figlio. Si sono resi conto che il piccolo era rimasto a bordo solo dopo aver fatto cenno al capotreno di poter ripartire e quando il treno era ormai lontano. Anche nel convoglio si sono immediatamente accorti di quel bimbo rimasto solo. Un passeggero ha  contattato il capotreno che ha avvertito la stazione di Airasca e Pinerolo.

Oltre al passeggero che l'ha trovato e a un carabiniere in borghese il dipendente delle ferrovie si è preso cura del bimbo, un po’ spaventato, fino a quando la situazione non si è risolta e il piccolo non è tornato tra le braccia dei suoi genitori che intanto avevano dato l’allarme in stazione chiedendo aiuto a un altro capotreno del convoglio appena giunto nella direzione opposta. La questione si è risolta velocemente. Alle 19.40 il treno è arrivato a Pinerolo e ha trovato una pattuglia dei carabinieri e un’ambulanza ad accogliere il piccolo che era in perfetta salute ma spaventato. Qui lo hanno raggiunto mamma e  papà che l'hanno riportato a casa.