Dramma sfiorato nella serata di ieri, lunedì 16 novembre, lungo la tangenziale di Torino. Un uomo ha guidato per circa sei chilometri contromano in tangenziale, dallo svincolo di Falchera fino a Venaria, prima che la polizia stradale di Torino è riuscita a fermarlo. Al volante di una Lancia Y c’era un anziano pensionato di settantatré anni affetto da Alzheimer. A dare l’allarme sono stati gli altri automobilisti che in quel momento si trovavano lungo la tangenziale e che sono riusciti a evitare per un soffio l’uomo che guidava contromano prima che le pattuglie della polizia stradale riuscissero a fermarlo, poco dopo lo svincolo per Venaria Reale.

Ha guidato per chilometri contromano sulla corsia di sorpasso – Tutto è accaduto nella serata di lunedì intorno alle 20. A quanto ricostruito l’anziano, di Brandizzo, aveva imboccato lo svincolo nel senso opposto convinto di procedere in direzione Settimo. L’uomo ha percorso tutta quella strada contromano sulla corsia di sorpasso, a quanto pare senza accorgersi delle altre auto che gli arrivavano di fronte e che hanno faticato per evitare incidenti. Alla polizia sono arrivate decine di telefonate che segnalavano la presenza di un automobilista contromano in tangenziale.

All'anziano verrà revocata la patente – I poliziotti lo hanno poi fermato in terza corsia, poco prima del chilometro 13, e lo hanno scortato all’area di servizio. A quel punto gli agenti hanno provveduto anche a contattare i suoi familiari per riportarlo a casa. L’uomo, a quanto emerso, aveva ancora la patente nonostante la malattia. Nelle prossime ore il settantatreenne verrà segnalato alla Prefettura per la revoca della patente. Per fortuna, a parte il grande spavento, la vicenda si è conclusa senza feriti né incidenti.