Uno sciame sismico si sta verificando sull’Etna. Da questo pomeriggio sono state registrate 12 scosse di terremoto, tra le 18:22 e le 21:15, le più forti sono state di magnitudo 3.2 alle 20:10 e alle 21:15. Quest'ultima è avvenuto nella zona a 5 chilometri a Ovest di Linguaglossa (Catania) alle 21:15, con coordinate geografiche (lat, lon) 37.83, 15.1. Il sisma, localizzato dalla Sala Operativa INGV-OE (Catania) è avvenuto praticamente in superficie (profondità 0).

Di seguito i dettagli delle scosse:

Ore 18:22 – magnitudo 2.8 – epicentro a Linguaglossa – profondità 0,4km
Ore 20:10 – magnitudo 3.2 – epicentro a Linguaglossa – profondità 1,4km
Ore 20:20 – magnitudo 2.6 – epicentro a Linguaglossa – profondità 0,4km
Ore 20:20 – magnitudo 2.6 – epicentro a Linguaglossa – profondità 0,2km
Ore 20:37 – magnitudo 2.3 – epicentro a Linguaglossa – profondità 0,9km
Ore 20:39 – magnitudo 1.2 – epicentro a Linguaglossa – profondità 4,2km
Ore 20:39 – magnitudo 2.0 – epicentro a Linguaglossa – profondità 0,5km
Ore 20:51 – magnitudo 2.9 – epicentro a Linguaglossa – profondità 0,4km
Ore 20:57 – magnitudo 1.1 – epicentro a Linguaglossa – profondità 3,9km
Ore 20:58 – magnitudo 1.8 – epicentro a Linguaglossa – profondità 1,3km
Ore 21:15 – magnitudo 3.2 – epicentro a Linguaglossa

Prosegue dunque lo sciame sismico in Sicilia. Negli ultimi giorni a tremare è stata la provincia di Messina, nello specifico nella zona del comune di Terme Vigliatore. Tre scosse a distanza di pochi minuti l’una dall’altra: alle 7.53, alle 7.58 e alle 8.08, con la popolazione che ha avvertito distintamente il terremoto, sopratutto la prima scossa segnalata che ha fatto registrare una magnitudo di 3.4. Il terremoto è stato localizzato dalla sala sismica della sede romana dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia. Nei giorni scorsi sono stati registrati terremoti anche nelle province di Trapani e Catania.