1.707 CONDIVISIONI
Covid 19
1 Giugno 2021
19:22

Terapie intensive Covid sotto quota mille per la prima volta in oltre 7 mesi

Ad oggi i pazienti positivi al Coronavirus e ricoverati nei reparti di rianimazione in Italia sono 989, con 41 nuovi ingressi nelle ultime 24 ore. Un numero così basso di terapie intensive Covid occupate non si registrava da più di sette mesi. In calo anche i ricoverati col Covid nei reparti ordinari.
A cura di Susanna Picone
1.707 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19

Per la prima volta dopo oltre sette mesi in Italia contiamo meno di mille persone ricoverate in terapia intensiva Covid. Secondo il bollettino di oggi, martedì 1 giugno, sono 989 i pazienti positivi al Covid-19 nei reparti di Rianimazione, con un calo di 44 rispetto a ieri nel saldo quotidiano tra entrate e uscite. Gli ingressi del giorno sono stati 41. Giorno dopo giorno si conferma quindi il calo della pressione sulle strutture ospedaliere italiane: secondo i dati Agenas, l’Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali, aggiornati ad oggi, scende fino a quota 11% (-1%), a livello nazionale, la percentuale di posti letto nelle terapie intensive degli ospedali italiani occupati da pazienti Covid e nessuna regione supera la soglia di allerta del 30%. I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 6.192, in calo di 290 unità rispetto a ieri. Scende in questo caso al 10% (-1%) la percentuale di posti letto in area non critica occupata da pazienti Covid−19 in Italia. Anche il tasso di positività registrato oggi è il più basso da gennaio, da quando cioè il ministero della Salute ha iniziato a conteggiare anche i tamponi antigenici rapidi.

Terapie intensive Covid, dove si svuotano più velocemente

Diverse regioni italiane hanno dati di occupazione dei posti letto Covid nelle terapie intensive inferiori alla media nazionale dell'11%. In Puglia, ad esempio, è sceso al 10% il tasso di occupazione di posti letto in rianimazione. Sono 56 i pazienti contagiati dal coronavirus che vengono assistiti in terapia intensiva, in riduzione anche rispetto a ieri. In Abruzzo è in aumento all'8% (+1%), Basilicata 1% (0%), Calabria 10% (-1%), Friuli Venezia Giulia 3% (0%), Molise 5% (0%), Bolzano 3% (0%), Trento 10% (-4%), Sardegna 6% (0%), Sicilia 7% (-1%), Umbria 5% (0%), Valle d'Aosta 3% (0%), Veneto 5% (0%).

1.707 CONDIVISIONI
31632 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni