28 Luglio 2021
11:45

Tentato sequestro dell’imprenditore a Varazze: dopo 8 mesi arrestati anche i mandanti

Dieci misure detentive per il tentato sequestro a scopo di estorsione di un imprenditore avvenuto il 19 novembre del 2020 all’hotel Le Vele di Varazze. In quella occasione vennero già arrestate 6 persone. L’imprenditore venne invitato con la scusa di parlare di un ricevimento da un gruppo di persone poi rivelatisi spacciatori di droga.
A cura di Susanna Picone

Dieci misure detentive sono state emesse dal gip del tribunale di Genova su richiesta della direzione distrettuale antimafia dopo il tentato sequestro a scopo di estorsione di un imprenditore avvenuto il 19 novembre del 2020. Il tentato sequestro dell’imprenditore, un quarantenne genovese, avvenne presso l’hotel Le Vele di Varazze (Savona). In quella occasione vennero arrestate sei persone. Ora le nuove misure cautelari: a eseguirle nelle prime ore di oggi sono stati gli agenti della squadra mobile di Genova e Savona.

Il tentato sequestro dell'imprenditore a novembre – Secondo la ricostruzione l’imprenditore genovese, attivo nel catering, venne invitato in albergo con la scusa di parlare di un ricevimento da un gruppo di persone, 4 uomini e 2 donne, poi rivelatisi spacciatori di droga, residenti in Piemonte e Lombardia. La polizia, che seguiva la banda già da settimane perché si ipotizzava potesse essere coinvolta in un traffico di droga, da sei settimane ne intercettava le telefonate. Dopo aver bloccato in autostrada con una scusa l'auto dell'imprenditore, all'appuntamento in albergo si era presentato un poliziotto in borghese, mentre sul posto pronti al blitz erano c’erano decine di agenti.

Individuati e fermati i mandanti del tentato sequestro – Tra le persone per le quali sono scattate oggi le misure cautelari ci sarebbero i mandanti del tentato sequestro dell’imprenditore, che pare fosse stato ideato per avere soldi per acquistare partite di droga. Le perquisizioni avevano portato al sequestro di oltre un chilo di marijuana, 65 grammi di cocaina, 2 etti di hashish, tre armi da sparo clandestine modificate e relativi caricatori. A riscontro dell’ipotesi di sequestro di persona, i poliziotti avevano trovato e sequestrato corde, passamontagna, guanti, fascette stringi-cavo in plastica, un lenzuolo e delle pinze, che sarebbero dovute servire per immobilizzare la vittima.

Omicidio Noventa Vicentina, arrestato il marito di Rita: era fuggito dopo averla uccisa
Omicidio Noventa Vicentina, arrestato il marito di Rita: era fuggito dopo averla uccisa
Max Leitner torna in carcere: il "re delle evasioni" arrestato dopo una sparatoria a Bolzano
Max Leitner torna in carcere: il "re delle evasioni" arrestato dopo una sparatoria a Bolzano
Il numero dei nuovi casi Covid nel mondo si è stabilizzato dopo due mesi: lo dice l'Oms
Il numero dei nuovi casi Covid nel mondo si è stabilizzato dopo due mesi: lo dice l'Oms
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni