Agli amici avrebbe detto di voler fare un esperimento. Non è chiaro però di che esperimento si trattasse. Quel che è certo però è che qualcosa è andato storto. Matteo Cecconi è morto a 18 anni durante una pausa della didattica a distanza – frequentava il quarto anno dell'istituto tecnico industriale Fermi di Bassano del Grappa (Vicenza) – probabilmente dopo aver assunto alcuni farmaci mescolati pare a nitrito di sodio. La Procura di Vicenza ha aperto un'inchiesta, a fare chiarezza sulle cause della morte sarà l'autopsia disposta ieri dal pubblico ministero Gianni Pipeschi.

I fatti

Sono le nove e mezza di lunedì mattina quando Matteo connesso al suo pc in camera sta assistendo a una lezione. È il cambio dell'ora, la classe in didattica a distanza va in pausa. Ma quando si riprende, lo schermo di Matteo resta nero. Non si ricollegherà mai più, quando il padre (medico) rientra a casa intorno alle 11.15 lo trova moribondo, riverso sul pavimento della cucina. Il 18enne viene trasportato d'urgenza al pronto soccorso dell'ospedale San Bassiano dove muore poco dopo. Solo l'autopsia potrà rivelare cosa sia accaduto prima che il suo cuore ha smesso di sbattere.

Cosa hanno trovato i carabinieri a casa di Matteo

Matteo Cecconi era un ragazzo in salute, sportivo. I carabinieri a casa sua hanno sequestrato alcune confezioni di medicinali (pare pastiglie di Maalox) e il restante di un chilo di nitrito di sodio. Sostanza che il ragazzo avrebbe acquistato su un sito internet, pagando 20 euro, stando ai primi accertamenti sul suo computer. Non è chiaro cosa ci dovesse fare ma sul web si parla di questa sostanza come di un ingrediente per creare il cosiddetto "popper", una droga da sniffare.

Cos'è il nitrito di sodio

Il nitrito di sodio è un reagente dalle proprietà antibatteriche, usato nella chimica industriale che serve anche per la conservazione di alimenti. Si presenta sotto forma di polvere bianca la cui dose diventa letale per l'uomo in circa 22 milligrammi per ogni chilo di peso corporeo. La sua ingestione può ostacolare il trasporto dell'ossigeno nel sangue.