600 CONDIVISIONI
8 Settembre 2021
09:38

Sennori, Piera Muresu ha raggiunto i soccorsi a piedi in piena emorragia: “Adriano mi ha sparato”

Piera Muresu ha raggiunto a piedi il personale del 118 nonostante le gravi ferite riportate dopo l’aggressione. La donna ha potuto riferire ai medici che il compagno l’aveva colpita con un’arma da fuoco prima di accasciarsi al suolo. Piera è attualmente ricoverata in gravi condizioni. Il cadavere del 42enne Adriano Piroddu è stato ritrovato nel garage dell’abitazione di alcuni parenti.
A cura di Gabriella Mazzeo
600 CONDIVISIONI

"Mi hanno sparato". Sono queste le prime parole pronunciate da Piera Muresu, 48 anni, davanti ai soccorritori del 118 in servizio al campo sportivo di Sennori. Ha raggiunto i sanitari a piedi nonostante avesse due buchi in corpo provocati da un'arma da fuoco. Secondo quanto reso noto dalle forze dell'ordine, Piera ha perso molto sangue prima di arrivare dal 118. Per lei è in corso in queste ore una campagna, diffusa anche in rete, per la raccolta di sangue. Ad aggredirla, il compagno Adriano Piroddu di 42 anni. L'idraulico è stato trovato impiccato all'interno di un garage nell'abitazione di alcuni parenti. I due non vivevano assieme e ancora non sono ancora state chiarite dinamiche del fatto e il movente. Secondo le forze dell'ordine, a monte potrebbe esservi una lite poi sfociata nell'aggressione armata.

L'uomo dovrebbe aver programmato il suicidio dopo l'aggressione ai danni della compagna. Questo legittimerebbe l'ipotesi della premeditazione. Piroddu avrebbe cercato di uccidere la compagna subito dopo una scenata di gelosia. Quando lei è riuscita a fuggire, si è tolto la vita probabilmente nel garage dei parenti. Al momento Piera Muresu si trova ancora all'interno del reparto di Rianimazione dell'ospedale sassarese, ancora in gravi condizioni. L'intera comunità di Sennori resta in apprensione per la sua sorte. L'ospedale è impegnato nel raccogliere i nominativi di coloro che intendono donare sangue per la paziente giunta dal personale del 118 in pieno choc emorragico interno. La sua vita resta appesa a un filo.

Il compagno 42enne della donna era molto conosciuto a Sennori per via del suo lavoro. Chi conosceva la coppia ha dichiarato che i due non avevano mai mostrato segni di particolari screzi domestici. "Sembravano una coppia come tante altre" racconta un conoscente. L'aggressione sarebbe avvenuta nelle campagne adiacenti l'abitazione di via Volta. Nel pomeriggio i due avevano fatto un giro in auto con l'auto del 42enne. I due avrebbero litigato e la donna è stata ferita, poi Piroddu l'ha riaccompagnata in Paese per lasciarla nei pressi della sua abitazione. A quel punto, lei si è trascinata nei pressi del campo sportivo dove si trovavano i sanitari del 118. Il 42enne invece ha raggiunto il garage di via Carducci nel quale si è impiccato.

600 CONDIVISIONI
Reggio Calabria, incendi e proiettili non fermano Siderno: cittadini in piazza contro la criminalità
Reggio Calabria, incendi e proiettili non fermano Siderno: cittadini in piazza contro la criminalità
Previsioni meteo 16 novembre: maltempo e pioggia da nord a sud
Previsioni meteo 16 novembre: maltempo e pioggia da nord a sud
Macerata, scopre la figlia incinta e va a cercare con un'ascia il futuro papà
Macerata, scopre la figlia incinta e va a cercare con un'ascia il futuro papà
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni