29 Aprile 2022
12:45

Secondo l’Onu nel 2021 sono morti o andati dispersi in mare più di 3mila migranti

Quasi 2mila migranti sono morti o spariti nel Mediterraneo centrale, mentre altri 1.153 sono scomparsi nel tentativo di raggiungere le isole Canarie.
A cura di Giacomo Andreoli

Lo scorso anno sono morte o sono andate disperse oltre 3mila persone in mare, nel tentativo di raggiungere l'Europa. A indicare questa cifra mostruosa è l'Onu. Si tratta del doppio del bilancio registrato nel 2020, che contava 1544 morti o dispersi. Shabia Mantoo, portavoce dell'Agenzia dell'Onu per i rifugiati (Unhcr), spiega che "su questo totale, 1.924 persone sono state dichiarate morte o sparite nelle rotte del Mediterraneo centrale e occidentale, mentre altri 1.153 sono morti o ritenuti scomparsi sulla rotta marittima dell'Africa del Nord-Ovest verso le isole Canarie".

Da gennaio ad oggi, invece, il bilancio del 2022 conta già 475 persone scomparse. Questi numeri, poi, non tengono conto delle persone sparite attraversando il deserto del Sahara, nei centri di detenzione o durante la prigionia nelle mani di contrabbandieri o trafficanti. Secondo Mantoo, se si conoscessero i dati su queste persone il conto di morti e dispersi salirebbe drasticamente.

Intanto si è dimesso Fabrice Leggeri, direttore dell'Agenzia europea della guardia di frontiera e costiera. Leggeri era direttore esecutivo dell'agenzia dal 2015. La scelta arriva dopo l'apertura da parte dell'ufficio europea antifrode (l'Olaf) di un'indagine sulla sua gestione dell'agenzia. Diversi parlamentari europei lo accusano di avere piena responsabilità nel presunto ruolo di Frontex nei respingimenti immediati dei migranti realizzati dalle autorità greche.

SeaWatch commenta in maniera dura la notizia. L'ong, impegnata da tempo nel salvataggio dei migranti nel Mar Mediterraneo, scrive su Twitter: "Leggiamo che Fabrice Leggeri si sarebbe dimesso dalla direzione di Frontex. Anni di violazioni dei diritti umani non si cancellano, Leggeri e Frontex devono risponderne davanti alla giustizia. Frontex non va riformata, va abolita".

Tra le città più esposte al fenomeno migrazioni rimane Lampedusa, dove Luca Casarini, attivista di Mediterranea Saving Humans, oggi ha lanciato una proposta sule navi quarantena per i migranti. "Dal punto di vista scientifico e sanitario – ha detto- non hanno mai avuto una ragione vera. Anzi, è comprovato che rappresentavano un rischio dal punto di vista sanitario e pandemico". Quindi ha chiesto che "siano riconvertite in navi che spostano da Lampedusa i migranti che arrivano, in modo tale che non vi sia una concentrazione di migranti, ma veloci trasferimenti".

Tragedia sulla Marmolada, 6 morti e diversi dispersi:
Tragedia sulla Marmolada, 6 morti e diversi dispersi: "Un disastro inimmaginabile, una carneficina"
4 di Videonews
Libia, trovati nel deserto i corpi di 20 migranti: sono morti di sete
Libia, trovati nel deserto i corpi di 20 migranti: sono morti di sete
Nuova strage di migranti nel Mediterraneo: morta donna incinta, tra i dispersi anche molti bambini
Nuova strage di migranti nel Mediterraneo: morta donna incinta, tra i dispersi anche molti bambini
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni