Rosello paese dell'amore e dei lucchetti col sindaco Moccia

Primo consiglio comunale a Rosello, paesino abruzzese di appena 322 anime, guidato dallo scorso 7 maggio dallo scrittore di Tre metri sopra al Cielo, Federico Moccia. Il nuovo sindaco, con tanto di fascia tricolore, ha tenuto il discorso di insediamento tra gli applausi della cittadinanza e di alcune personalità di spicco, come il presidente della Provincia di Chieti, Enrico Di Giuseppantonio, il prefetto Fulvio Rocco de Marinis e perfino il deputato Antonio Razzi, già noto per alcune vicende sospette che di "onorevole" hanno ben poco. Moccia dovrà provare a risollevare le sorti di un comune che rischia letteralmente di scomparire. Anno dopo anno la migrazione verso la metropoli lo sta trasformando in una vera e propria città(dina) fantasma. Serve un progetto serio per attirare turisti e trattenere chi già c'è. Magari facendo conoscere nel mondo il nome di Rosello come quello del Paese dell'amore e dei lucchetti. E nell'intervista per TgMax, Moccia non esclude che questo possa avvenire. E magari, da questa esperienza viene fuori anche un nuovo libro, sulla scia degli ultimi Scusa ma ti voglio sposare e Amore 14.