È stata trovata morta nel fiume la donna che era scomparsa lo scorso 6 ottobre a San Donà di Piave (Venezia) . Dopo giorni di ricerche per la famiglia si sono spente le speranze di ritrovare in vita Elena Gulino, 55 anni, che martedì scorso era uscita di casa per una passeggiata, senza mai più trovare. Il corpo della donna è stato rinvenuto a Eraclea ieri pomeriggio. I soccorritori l'hanno cercata lungo il fiume Piave impiegando anche delle moto d'acqua: è stata ritrovata poco dopo il ponte di Eraclea, nelle vicinanze di un'ampia ansa all'altezza di  via Murazzetta.

Sul posto sono subito accorsi i carabinieri della Compagnia di San Donà che hanno avviato le indagini per appurare la causa del decesso. La Procura ha anche chiesto gli accertamenti del medico legale. In base a questi elementi il magistrato valuterà l'esame dell'autopsia e cercherà di fare luce sulle cause del decesso.

La donna risultava inspiegabilmente scomparsa da martedì verso le 11 del mattino. "Vado a fare una passeggiata", avrebbe detto alla sorella con cui conviveva. Da quel momento di Elena Gulino nessuna traccia. I familiari, preoccupati non vedendola rincasare per pranzo, hanno fatto denuncia ai carabinieri e immediatamente sono scattate le ricerche. Ai militari si sono presto uniti i vigili del fuoco, che hanno controllato il territorio anche con gli elicotteri mentre i sommozzatori hanno scandagliato le acque del fiume Piave, come previsto dal piano della Prefettura in caso di persone scomparse. Secondo i medi locali la donna era stata recentemente ricoverata in ospedale e avrebbe sofferto di una forte depressione.