Avrebbe deciso di prendere l’autostrada, in monopattino, per non arrivare tardi a un colloquio di lavoro. Rischiando la vita e mettendo a repentaglio anche la sicurezza degli automobilisti che quell’autostrada la stavano percorrendo in automobile. È avvenuto sull’autostrada A14, in direzione Bologna, poco dopo il casello di Rimini Nord. In mattinata molti utenti in transito su quel tratto di strada hanno chiamato la centrale operativa della polizia stradale per l’Emilia-Romagna segnalando la presenza di una persona alla guida di un monopattino elettrico. Stava percorrendo la corsia di emergenza dell’autostrada A14 in direzione Bologna, subito dopo il casello di Rimini Nord.

Rintracciato da polizia dopo 10 km percorsi in monopattino

Gli operatori che hanno ricevuto le telefonate degli utenti hanno immediatamente avvertito la polizia autostradale di Forlì e una pattuglia è quindi andata alla ricerca della persona avvistata in autostrada in monopattino: è stato intercettato poco prima dell’area di servizio Rubicone Est. La polizia autostradale ha quindi rintracciato il 20enne, un giovane residente a Rimini che ha percorso l’autostrada in monopattino. Avrebbe percorso un tratto di circa 10 chilometri. Una volta fermato avrebbe tentato di giustificarsi spiegando che si doveva recare a Cesena per un colloquio di lavoro. Ma per fare in orario ed evitare ritardi a questo appuntamento, avrebbe quindi pensato di imboccare l’autostrada, potendo così accorciare i tempi.

In monopattino in autostrada: sanzionato

Il giovane conducente del monopattino elettrico, in seguito a tutti gli accertamenti del caso, è stato sanzionato per aver circolato in autostrada con un veicolo non ammesso a percorrere quel tipo di strada, stando a quanto previsto dal codice della strada. Inoltre la polizia ha anche disposto il sequestro del monopattino sul quale il 20enne ha viaggiato in autostrada per raggiungere, secondo quanto lui stesso ha raccontato, il luogo del colloquio di lavoro a Cesena.