0 CONDIVISIONI
Ultime notizie sulla tragedia di Rigopiano

Rigopiano, inizia il processo d’appello dopo le tante assoluzioni: pm ribadiscono richieste di condanna

Conclusa dopo due ore la prima udienza all’Aquila. In primo grado furono condannati solo cinque dei trenta imputati per la strage avvenuta nel gennaio 2017 alle pendici del Gran Sasso. La sentenza attesa per il prossimo 9 febbraio.
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Fanpage.it
A cura di Biagio Chiariello
0 CONDIVISIONI
Immagine
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Ultime notizie sulla tragedia di Rigopiano

Conferma delle cinque condanne inflitte in primo grado e riforma delle 25 sentenze assolutorie. Si è conclusa con queste richieste la prima udienza all’Aquila del processo d’Appello per la strage di Rigopiano e la ferita dei familiari delle 29 vittime.

A ricorrere contro la sentenza di primo grado e alle "troppe" assoluzioni è stata la procura di Pescara, oltre alle parti civili e gli tre dei cinque condannati: il sindaco di Farindola Ilario Lacchetta (2 anni e 8 mesi) e i due dirigenti della Provincia di Pescara Paolo D’Incecco e Mauro Di Blasio (3 anni e 4 mesi). Assolti invece gli altri 25 rinviati a giudizio, tra cui l’ex prefetto di Pescara, Francesco Provolo, e l’ex presidente della Provincia Antonio Di Marco.

Erano 30 gli imputati tra amministratori e funzionari pubblici, oltre al gestore e al proprietario della struttura, accusati a vario titolo dei reati di disastro colposo, omicidio plurimo colposo, lesioni, falso, depistaggio e abusi edilizi.

I pubblici ministeri Annamaria Benigni e Massimo Papali hanno ribadito le responsabilità dei vari enti, dal Comune di Farindola alla Provincia di Pescara, alla Regione Abruzzo e alla Prefettura di Pescara, in relazione a reati tra cui il disastro colposo, ma anche depistaggio.

In sostanza hanno ripercorso i motivi del loro appello, puntando molto sulla non valorizzazione delle perizie in primo grado riguardo il giudizio di prevedibilità dell’evento (valanga) data la nevicata abbondante, lo sciame sismico in atto, la localizzazione dell’Hotel, e, riguardo alle responsabilità in capo alla Prefettura di Pescara, la mancata esecuzione dei compiti di Protezione Civile e il depistaggio, con la telefonata del cameriere Gabriele D’Angelo non notificata alla Squadra Mobile.

La prossima udienza è fissata al 13 dicembre, mentre da calendario la sentenza dovrebbe arrivare il 9 febbraio 2024.

0 CONDIVISIONI
Rigopiano, la sentenza d'Appello: confermate 22 assoluzioni, ex prefetto Pescara condannato
Rigopiano, la sentenza d'Appello: confermate 22 assoluzioni, ex prefetto Pescara condannato
Strage di Rigopiano, la mamma di una vittima: "Dolore non passa mai, unici condannati siamo noi
Strage di Rigopiano, la mamma di una vittima: "Dolore non passa mai, unici condannati siamo noi
Rigopiano, la rabbia dei familiari delle 29 vittime: "Il processo rischia di finire in prescrizione"
Rigopiano, la rabbia dei familiari delle 29 vittime: "Il processo rischia di finire in prescrizione"
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views