Negli Stati Uniti la Food and Drug Administration ha autorizzato il vaccino anti-Covid Pfizer per la fascia d'età 12-15 anni. Pfizer- BionTech aveva annunciato i risultati della sua sperimentazione sugli adolescenti, dimostrando che il vaccino è efficace in quella fascia di età quanto lo è negli adulti. E ora il via libera della Fda ai 12-15enni apre la campagna di vaccinazione a milioni di altri americani. Si tratta di una notizia positiva secondo Guido Rasi, ex direttore esecutivo dell'Agenzia del farmaco Ema e oggi consulente del Commissario per l'emergenza coronavirus. Secondo Rasi, l’approvazione da parte dell'Fda del vaccino per i 12-15enni "sarà molto utile perché è la fascia di popolazione fondamentale senza la quale non si raggiunge l'immunità di gregge”. Rasi ha parlato dei vaccini Covid per adolescenti durante un intervento a SkyTg24. "L'Ema appena riceverà i dati non avrà nessuna esitazione ad approvarlo, anzi ci sarà una corsa ad approvarlo", ha aggiunto ancora il consulente del Commissario per l’emergenza Coronavirus.

Vaccini Covid ad adolescenti in Europa entro l'estate

BioNTech e Pfizer hanno già chiesto all'Agenzia europea dei medicinali di estendere l'autorizzazione del suo vaccino contro il Covid agli adolescenti. Le società produttrici hanno spiegato di aver sottoposto a test, in fase III della sperimentazione, 2.260 adolescenti e che l'efficacia del vaccino è pari al 100% e con una risposta immunitaria "solida". Nei test il vaccino è stato "generalmente ben tollerato". Ugur Sahin, co-fondatore e Ceo di BioNTech, ha dichiarato che il vaccino potrebbe essere disponibile per queste fasce d'età a partire da giugno, se l'approvazione dell'Unione europea dovesse arrivare in tempi rapidi. In Italia, comunque, almeno per il momento non ci sono le condizioni per iniziare a vaccinare anche i giovanissimi.