Sorridente in tubino nero e rossetto rosso porpora in mezzo alle amiche. Così si è mostrata sui social network, Amanda Knox, la 32enne di Seattle assolta nel 2014 per l'omicidio di Meredith Kercher. Knox, che a febbraio sposerà il fidanzato Christopher Robinson, ha postato una delle foto scattate al suo addio al nubilato al Teatro ZinZanni di Seattle.

L'ex di Raffaele Sollecito, mesi fa è finita nell'occhio del ciclone la scorsa estate per per aver dato il via a un crowdfunding (una raccolta fondi) per le sue nozze. Una colletta per fare del suo matrimonio una festa memorabile, come spiegava nel sito dedicato dove spiegava che con Chris avevano speso tutti i loro risparmi per il recente viaggio in Italia. Amanda, infatti, alcuni mesi prima aveva partecipato al festival della Giustizia penale di Modena, come testimonial dell'Innocent Project, un'organizzazione che sostiene le vittime di errore giudiziario. Come precisato dall'organizzazione del festival, tuttavia, il viaggio e il soggiorno erano stati rimborsati.

Il delitto Kercher risale al 1 novembre 2007, quando la studentessa 22enne Meredith fu ritrovata con la gola tagliata nella casa che divideva con Amanda a via della Pergola, a Perugia. Sotto la lente della Procura finirono immediatamente Amanda e il fidanzato Raffaele Sollecito, entrambi assolti con sentenza definitiva. Unico condannato per il caso è stato l'ivoriano Rudy Guede, ritenuto colpevole in concorso con ignoti e oggi in semilibertà. Guede, che è stato condannato a 16 anni di carcere, oggi lavora al Centro per gli studi criminologici di Viterbo.