2.136 CONDIVISIONI
Covid 19
20 Novembre 2021
15:42

Morti e ricoverati Covid in Italia sono in maggioranza non vaccinati: i numeri ufficiali dell’Iss

Secondo l’ultimo rapporto Iss il tasso di decesso nei non vaccinati in Italia è circa nove volte più alto rispetto ai vaccinati con ciclo completo entro sei mesi e sei volte più alto rispetto ai vaccinati con ciclo completo da oltre sei mesi.
A cura di Ida Artiaco
2.136 CONDIVISIONI
Terapia intensiva, Covid
Terapia intensiva, Covid
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19

Negli ultimi 30 giorni il 51 per cento delle ospedalizzazioni, il 64 per cento dei ricoveri in terapia intensiva e il 45,3 per cento dei decessi sono avvenuti tra coloro che non hanno ricevuto alcuna dose di vaccino. Lo dicono i numeri presentati nell'ultimo report dell'Istituto superiore di Sanità: nello specifico, nell'ultimo mese sono stati notificati 50.564 casi (39,9 per cento) fra i non vaccinati, 3.980 casi (3.1 per cento) fra i vaccinati con ciclo incompleto, 60.407 casi (47,7 per cento) fra i vaccinati con ciclo completo entro sei mesi, 11.215 (8,9 per cento) fra i vaccinati con ciclo completo da oltre sei mesi e 537 casi (0,4 per cento) fra i vaccinati con ciclo completo con dose aggiuntiva/booster.

Non solo, ma il tasso di decesso nei non vaccinati è circa nove volte più alto rispetto ai vaccinati con ciclo completo entro sei mesi e sei volte più alto rispetto ai vaccinati con ciclo completo da oltre sei mesi. Nell'ultimo mese sono finiti in terapia intensiva 424 non vaccinati su 8 milioni di persone e 177 ricoverati vaccinati completi da meno di 6 mesi su 39 milioni.

Da qui l’analisi riferita nel dettaglio a ricoveri in terapia intensiva e decessi negli over 80, la fascia con la percentuale più alta di adesione alla campagna vaccinale: "Si osserva che il tasso di ricoveri in terapia intensiva dei non vaccinati (13 ricoveri in terapia intensiva per 100.000) è circa sette volte più alto di quello dei vaccinati con ciclo completo da meno di sei mesi (1,8 ricoveri in terapia intensiva per 100.000) e da oltre sei mesi (1,9 ricoveri in terapia intensiva per 100.000) mentre, nel periodo 24 settembre-24 ottobre, il tasso di decesso nei non vaccinati (65 per 100.000) è circa nove volte più alto rispetto ai vaccinati con ciclo completo entro sei mesi (7 per 100.000) e sei volte più alto rispetto ai vaccinati con ciclo completo da oltre sei mesi (11 per 100.000)".

L'Iss sottolinea anche che cala la protezione per i vaccinati da più di 6 mesi (82% vs 95%), ma i vaccini restano lo strumento più efficace contro le ospedalizzazioni e le forme gravi della malattia. In particolare, si legge, "rimane elevata l’efficacia vaccinale nel prevenire casi di malattia severa, in quanto l'efficacia per i vaccinati con ciclo completo da meno di sei mesi è pari al 95% rispetto ai non vaccinati, mentre risulta pari all'82% per i vaccinati con ciclo completo da oltre sei mesi rispetto ai non vaccinati".

2.136 CONDIVISIONI
31620 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni