Poteva finire in tragedia, e invece il tentativo di suicidio di una ragazza di 14 anni di Modena è stato sventato dalla polizia locale che l'ha salvata ed è potuta tornare a casa dai suoi genitori. L'episodio si è verificato nei giorni scorsi quando, come hanno raccontato i familiari dell'adolescente alla Gazzetta di Modena, la loro bambina si è messa in bilico sul tetto di casa minacciando di gettarsi nel vuoto. "Era disperata perché era sempre presa in giro e insultata da alcuni coetanei minorenni", hanno precisato la mamma e il papà, parlando delle continue offese che la loro bambina era costretta a subire, molto probabilmente per qualche chilo di troppo o per il modo di vestire. Era dunque finita nel mirino di alcuni bulli, sia maschi che femmine, che le rendevano difficile continuare a vivere. Una situazione che la ragazzina non è riuscita più a sopportare, arrivando a pensare e quasi a mettere in atto il gesto estremo.

Così è salita sul tetto della sua abitazione e ha provato lanciarsi per fare un volo di circa 10 metri, ma si è poi bloccata a pochi centimetri dal bordo grazie all'intervento della polizia municipale e dei vigili del fuoco che sono accorsi a salvarla. L'allarme era stato lanciato dai genitori della 14enne, disperati non sapendo come convincere la figlia a fermarsi. Per raggiungerla, un ufficiale della Polizia Locale ha dovuto scavalcare una ringhiera e saltare fino a tenderle la mano, portandola così al sicuro. La vicenda, raccontata sui social network, hai fatto il giro le web. "Questo sono gli operatori di Polizia: una mano tesa a salvare vite. Con la ferma condanna al bullismo, facciamo anche le meritate congratulazioni al collega", si legge su una pagina Facebook dedicata alle forze dell'ordine.