L'Italia si spacca in due, dal punto di vista meteorologico, all'inizio della settimana in corso. Già a partire da lunedì 10 giugno, infatti, sono attesi forti temporali e grandine, con fenomeni particolarmente violenti a Nord, e invece sole e caldo afoso al Sud. Dopo aver attraversato Sardegna e parte del Nordovest, un fronte instabile ha raggiunto all'alba di questa mattina anche l'alto versante tirrenico e il Nordest con qualche rovescio tra nord dorsale, Romagna e basso Veneto. Forti piogge si potranno registrare in serata sui settori alpini e prealpini, scendendo fino ai settori di pianura soprattutto tra Piemonte e Lombardia, dove saranno accompagnate anche da forte vento. Stessa situazione, anche se con intensità minore, su Emilia Romagna e Liguria. Anche le temperature saranno in leggero calo su questi territori, con massime non oltre i 25 gradi centigradi in Piemonte, fino a 30 gradi in Emilia Romagna, e tra 26-28 gradi altrove.

Il maltempo continuerà anche nella giornata di martedì 11 giugno, quando le forti ed abbondanti precipitazioni potranno dar luogo anche ad improvvisi allagamenti con una serie di ripercussioni anche alla circolazione stradale. Anche mercoledì 12 giugno il tempo sarà ancora molto instabile con rovesci e locali temporali, al mattino in particolare su Alpi e Prealpi ma con il coinvolgimento anche dei settori di pianura più settentrionali, maggiormente quelli compresi tra Piemonte e Lombardia. Temperature leggermente più basse anche al Centro e al Sud, anche se il tempo sarà in prevalenza tranquillo e caldo, ad eccezione di qualche nube a tratti densa in formazione sulle dorsali appenniniche.