Macabra scoperta in spiaggia. Il corpo privo di vita di un uomo è stato rinvenuto nelle prime ore di questa mattina sulle rive di San Benedetto Del Tronto (Ascoli Piceno). Il ritrovamento è avvenuto di fronte allo chalet ristorante “Il Pescatore”, a San Benedetto, alle prime luci dell'alba. A scoprire il corpo semicoperto dalla sabbia è stata una donna che stava passeggiando sulla spiaggia. La passante ha dato l’allarme alle forze dell’ordine. Si tratterebbe di un individuo di sesso maschile d’età compresa fra i trentacinque e i quarant'anni, ma sono in corso ulteriori accertamenti per stabilirne l'età prima della morte.

Sul posto sono giunti carabinieri, polizia e capitaneria di porto, coadiuvati da un equipaggio della ‘Potes 118' dell’ospedale Madonna del Soccorso. Il corpo si trovava in spiaggia da poche ore e, come apparirebbe evidente da un primo esame esterno del corpo, la morte risalirebbe al massimo alla serata di ieri o alla notte scorsa. Non è stato ancora impossibile giungere a un'identificazione. Negli indumenti, un paio di pantaloni e una felpa –  un abbigliamento piuttosto leggero per le temperature di questi giorni – non sono stati trovati documenti né altri effetti personali che possano essere utili a risalire all'identità dell'uomo.

Del ritrovamento è stata informata la Procura della Repubblica di Ascoli che ha disposto l’intervento l'autopsia sul corpo. Considerate le condizioni climatiche e il il mare calmo si esclude che l'uomo possa essere caduto in mare, e poi trascinato a riva, da un punto lontano dal luogo del ritrovamento. Sull'episodio, coordinate dalla procura sono in corso le indagini delle forze dell'ordine.