Immagine del rogo da Facebook (Comune di Faenza)
in foto: Immagine del rogo da Facebook (Comune di Faenza)

Un maxi incendio è scoppiato all'alba di questa mattina, venerdì 9 agosto, presso il magazzino Lotras in via Deruta, in zona industriale, alle porte di Faenza, in provincia di Ravenna. I vigili del fuoco sono ancora a lavoro per cercare di portare sotto controllo la situazione. Dai primi accertamenti sembra stia bruciando olio alimentare ma non vi è certezza, fanno sapere dall'amministrazione comunale, che consiglia ai cittadini "di uscire solo se necessario, chiudere le finestre", evitare attività sportive o avvicinarsi all'area interessata dal rogo, dopo che ha preoccupato una lunga colonna di fumo nero che si è spirigonato dall'incendio, visibile anche dall'autostrada A14.

Incendio Faenza, idea "onda d'urto d'acqua" per spegnere il rogo

I pompieri, dopo ore in azione, stanno addirittura pensando a "un'onda d'urto d'acqua" per spegnere il rogo, come afferma il sindaco di Faenza, Giovanni Malpezzi, sul posto. Una soluzione, spiega, dettata dall'impossibilità di entrare nel capannone per via del "collasso" della struttura, tetto e pareti, e del materiale in fiamme stoccato all'interno. "Da fuori – spiega il primo cittadino – l'efficacia di spegnimento è limitata" e dunque si sta valutando di "buttare dentro contemporaneamente grandi quantità di acqua e materiale schiumogeno". Per questo "stiamo facendo affluire sul posto autocisterne dall'aeroporto di Forli' e da altre zone della Romagna, per avere in dotazione in pochi minuti tutta l'acqua che ci serve".

Il sindaco di Faenza: "Non uscite di casa". Il video dell'incendio

Tuttavia, anche se l'incendio nel magazzino di logistica a Faenza ha interessato olio alimentare e materiali di altra natura, tra cui plastiche, per il momento dai campionamenti dell'aria effettuati dagli esperti non risulta concentrazione di sostanze inquinanti particolarmente pericolose. Quanto alla eventuale presenza di diossine e metalli le analisi non daranno un esito prima di lunedì 12 agosto. E' quanto emerge dai primi controlli ambientali eseguiti dai tecnici dell'Arpae di Ravenna. E' prevista calma di vento nelle ore notturne e questo potrebbe comportare una maggiore percezione del fumo. Arpae è al lavoro, con Comune e Consorzio di bonifica, per intercettare gli inquinanti e le acque in uscita dall'area dell'incendio e per evitare la contaminazione delle acque superficiali. Resta comunque il consiglio che l'amministrazione comunale ha dato ai cittadini questa mattina, cioè a uscire solo se necessario, chiudere le finestre, astenersi dal compiere attivita' sportiva e avvicinarsi nei pressi della zona.

Ma il pericolo di sostanze tossiche nell'aria sembra scongiurato. A seguito del rogo in corso in via Deruta è stata interrotta per qualche minuto la percorrenza sulla linea ferroviaria Faenza – Ravenna/Lavezzola. Trenitalia comunica che sono stati predisposti autobus sostitutivi ma la circolazione è stata ripristinata. Indagini in corso per stabilire la natura dell'incendio.