"Ci stanno arrivando in queste ore diversi messaggi di vicinanza e sostegno. Vogliamo ringraziare tutti voi". Così sui social i parenti del Dj modenese Davide Frikkyo Masitti. Il 49enne è morto in circostanze poco chiare in Francia dove viveva con i figli piccoli e la compagna. La donna, che si dichiara innocente, è sottoposta a misura cautelare con l'accusa di omicidio volontario. Secondo quanto da lei raccontato, il Dj si sarebbe inferto da solo una ferita a un fianco. Gli inquirenti, invece, sostengono che ad accoltellarlo sia stata proprio la moglie musicista.

Non è ancora chiara la dinamica di quanto accaduto nella villetta di Saint Michel de Castelnau, comune di 245 abitanti nel Dipartimento della Gironda. Quel che è certo è che a causare la morte del Dj è stata una coltellata al fianco che lo ha ucciso praticamente sul colpo. La notizia ha fatto il giro del web e del mondo della musica tekno. Nel frattempo è stata lanciata una raccolta fondi a sostegno dei familiari di Masitti, partiti per la Francia dopo aver ricevuto la tragica notizia. Sperano di poter disporre al più presto il rientro della salma in Italia per i funerali privati. La procura di Bordeaux ha aperto un'inchiesta con l'ipotesi di omicidio volontario. Il fascicolo al momento non è stato trasmesso in Italia. Nel frattempo diverse radio hanno dato vita ad iniziative per ricordare il Dj con brani e video musicali. Il saluto è sempre lo stesso: "Addio, sciamano della tekno".

Masitti lascia due bambini piccoli. Secondo i racconti forniti da chi lo conosceva, Davide e la compagna non avevano mai avuto particolari screzi. I due condividevano una grande passione per la musica e la donna aveva seguito il Dj in tutte le sue tappe in giro per il mondo. Da due anni la famiglia si era trasferita in Francia per permettere a Masitti di continuare a lavorare come Dj.