5 Settembre 2022
13:03

Il calvario di una donna perseguitata dall’ex: “Nessuna condanna lo fermerà: mi vuole ammazzare”

Anni di violenze e maltrattamenti nei confronti della ex compagna hanno portato all’arresto di un uomo di 52 anni a Bologna. Ai carabinieri la vittima ha detto: “Nessuna condanna o misura cautelare l’ha fermato finora… mi vuole ammazzare”.
A cura di Chiara Ammendola

Un vero e proprio calvario quello che una donna sta affrontando da anni a causa dell'ex compagno che dai maltrattamenti e le violenze dell'inizio della loro storia è passato a perseguitarla, minacciandola e diventando aggressivo e pericoloso. Teatro dell'ennesima vicenda di stalking e violenze nei confronti di una donna è la città di Bologna dove la vittima vive. “Nessuna condanna o misura cautelare l'ha fermato finora… mi vuole ammazzare”, le parole rivolte ai carabinieri ai quali ha denunciato tutto in questi anni.

Secondo quanto ricostruito dai militari infatti tutto sarebbe iniziato circa dieci anni fa quando la donna, originaria della Romania, ha lasciato il compagno dal quale aveva avuto anche un figlio a causa dei comportamenti aggressivi dell'uomo. Durante le loro relazione infatti quest'ultimo l'avrebbe picchiata in più di un'occasione arrivando anche a romperle un braccio nel 2008. Dinanzi alla decisione della compagna di troncare la loro storia gli atteggiamenti violenti dell'uomo sarebbero peggiorati: dopo aver iniziato a perseguitarla, seguendola ovunque e chiamandola a qualsiasi ora, l'ha nuovamente aggredita e per questo ha ricevuto un divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla donna.

La situazione è precipitata lo scorso 24 luglio quando la donna ha accompagnato il figlio 17enne a casa del padre. L'uomo alla vista dell'ex compagna ha dato in escandescenze e così lei è fuggita, ma il 52enne l'ha raggiunta a piedi a casa dove l'ha aggredita con pugni e calci fino a minacciarla con un coltello alla gola. Dopo aver perso i sensi la donna è stata soccorsa e trasportata in ospedale dal quale è stata dimessa con una prognosi di 7 giorni. I carabinieri dopo aver raccolto al denuncia della donna hanno raggiunto casa del 52enne dove, durante una perquisizione domiciliare, hanno trovato un machete, una mazza da baseball, un coltello a serramanico, 14 munizioni calibro 12, una dose di cocaina e due bilancini di precisione.

La vicenda si è chiusa con l'arresto dell'uomo che ora risulta indagato per atti persecutori e lesioni personali aggravate, in esecuzione di una misura cautelare in carcere del Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Bologna.

Mamma viene violentata davanti alla figlia: la bamina chiama la polizia e fa arrestare l'aggressore
Mamma viene violentata davanti alla figlia: la bamina chiama la polizia e fa arrestare l'aggressore
Donna aggredita su una panchina a Trapani:
Donna aggredita su una panchina a Trapani: "È sporca di sangue, potrebbe essere stata stuprata"
"Irrilevante assenza di ferite su studentessa": motivazioni della condanna del carabiniere a Firenze
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni