Un sabotaggio in piena regola quello avvenuto nel Foggiano, dove i freni di un’ambulanza Sanitaservice, società in house dell’Asl Foggia, della postazione 118 di Accadia sono stati tagliati. Il gesto, meschino e vigliacco, avrebbe potuto mettere seriamente in pericolo gli operatori del 118, ma per fortuna nessuno si è fatto male. L’autista, infatti, stava solamente spostando il mezzo di soccorso ed è riuscito a fermarlo solamente con il freno a mano. Il direttore generale della Asl Foggia Vito Piazzolla, e l’amministratore unico di Sanitaservice, Massimo Russo, hanno denunciato l'episodio alla Procura e alla Questura di Foggia. "Siamo certi – sottolineano – che la magistratura farà presto luce sul gravissimo episodio di sabotaggio perpetrato ai danni dell’ambulanza della postazione territoriale 118 di Accadia".

Sull’accaduto è intervenuta oggi anche la consigliera del M5S Rosa Barone. “Tagliare i freni di un ambulanza è un gesto vile. Quelle ambulanze servono per aiutare chi è in difficoltà ed hanno pochi minuti per riuscire nel loro scopo. Mediamente un equipaggio ha 120 secondi per essere pronto a partire per salvare una vita" scrive Barone. "L’equipaggio non ha il tempo di verificare il corretto funzionamento dei freni, e questo episodio ha messo a repentaglio la loro vita. È successo ad Accadia, lo sconcertante sabotaggio di un’ambulanza. E casualmente succede quando il servizio passa di mano, dalle associazioni alla Sanitaservice, strana casualità. Gli ospedali dovrebbero essere zona franca nelle dispute di qualsiasi tipo, ma c’è chi non si ferma davanti a nulla. La mia battaglia per la legalità nel nostro territorio non si fermerà, e in questi 5 anni porteremo il focus dei nostri programmi su questo tema”, conclude la consigliera pentastellata.