Un uomo è morto in una esplosione avvenuta intorno alle 17:30 a Monte Urano in un distributore di benzina in contrada Ete Morto, a poca distanza dal bivio per Montegranaro. La vittima stava lavorando all'impianto antincendio quando l'esplosione lo ha travolto sbalzandolo a diversi metri di distanza. E' deceduto sul colpo e i sanitari del 118 non hanno potuto fare nulla. Sul posto i vigili del fuoco che non hanno rilevato attraverso le loro strumentazioni fughe di gas. Non sono ancora chiare le cause della deflagrazione che non ha provocato alcun incendio.

Stando a quanto rivela Cronache Fermane il personale al lavoro al distributore ha udito una deflagrazione e notato il corpo a terra di un operaio di 29 anni di Falconara, in provincia di Ancona, che stava intervenendo all'impianto anti incendio. La vittima si chiamava Giovanni Battista Cascone ed era originario di Gragnano, in provincia di Napoli. Sul posto sono intervenute le ambulanze ambulanze, carabinieri e mezzi dei vigili del fuoco ma purtroppo per il 29enne non c'era ormai più niente da fare. L'area è stata posta sotto sequestro per i rilievi del caso che hanno comunque scongiurato che si sia trattato di un'esplosione dovuta a una fuga di metano.