20.168 CONDIVISIONI
Coronavirus
18 Marzo 2020
21:01

Fedez mostra il reparto di terapia intensiva costruito in 12 giorni: “Pronto il 20 marzo”

La raccolta fondi lanciata da Chiara Ferragni e Fedez dà i suoi primi frutti: è proprio il rapper a mostrare su Instagram le prime immagini del nuovo reparto di terapia intensiva al San Raffaele di Milano, approntato in tempi record. Fedez rinnova inoltre ai suoi fan l’appello a restare a casa.
A cura di Valeria Morini
20.168 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Coronavirus

Fedez ha pubblicato sulle sue stories di Instagram il nuovo reparto di terapia intensiva dell'ospedale San Raffaele di Milano, approntato in soli 12 giorni, anche grazie alle donazioni della raccolta fondi che lo stesso rapper ha lanciato insieme alla moglie Chiara Ferragni. Le sale saranno aperte da venerdì 20 marzo:

Venerdì 20 sarà pronta per il collaudo la nuova terapia intensiva ad alta tecnologia costruita da ZERO in 12 giorni. Grazie a tutti voi.

La raccolta fondi lanciata dai Ferragnez

Le donazioni arrivate all'ospedale milanese su appello di Chiara Ferragni e Fedez (che da parte loro hanno donato 100mila euro) hanno superato i quattro milioni di euro e saranno impiegate anche per l'aiuto di altre strutture ospedaliere che in queste difficili settimane stanno affrontando l'emergenza Coronavirus. Il bollettino del 18 marzo con i dati della pandemia sul territorio italiano parla di 35713 casi trovati positivi al Coronavirus, di cui 4025 sono guariti e 2978 i deceduti. 2090 si trovano in isolamento domiciliare, mentre 14363 sono ospedalizzati e altri 2257 sono ricoverati in terapia intensiva.

L'appello di Fedez, chiede ai fan di restare a casa

Sempre da Instagram Stories, Fedez ha anche lanciato un ulteriore appello ai suoi follower, per chiedere loro di rimanere in casa e rispettare le misure restrittive decise dal governo per contrastare il contagio da Coronavirus. Lui e la Ferragni hanno avuto un colloquio privato con Attilio Fontana:

Abbiamo appena parlato con il Presidente della Regione, ci ha chiesto di ribadire il messaggio di RIMANERE A CASA, soprattutto ai più giovani. Vi prego, non sottovalutate questo tema, potete fare la differenza. Noi per quanto possiamo cercheremo di rendere meno pesante questa reclusione organizzando dirette. Guardatele DA CASA! Per favore

20.168 CONDIVISIONI
27127 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni