9 Settembre 2021
11:52

Ex presidente consiglio di Favara ucciso in un bar, svolta nelle indagini: fermato l’ex suocero

È stato fermato dai carabinieri di Favara su richiesta dei pm Paola Vetro e Chiara Bisso che coordinano le indagini, il 66enne Giuseppe Barba, sospettato di aver ucciso lo scorso 15 agosto Salvatore Lupo, imprenditore ed ex presidente del consiglio comunale di Favara. Il 45enne era stato freddato da tre colpi di pistola esplosi in un bar.
A cura di Chiara Ammendola

Svolta nella indagini sull'omicidio di Salvatore Lupo, l'ex presidente del consiglio comunale di Favara, ucciso a colpi di pistola lo scorso 15 agosto all'interno di un bar. Nelle scorse ore infatti è stato fermato l'ex suocero dell'uomo, Giuseppe Barba, 66 anni, e sospettato di aver ucciso l'imprenditore: secondo quanto emerso dalle indagini portate avanti dai carabinieri della tenenza di Favara e della compagnia di Agrigento, coordinate dai pm Paola Vetro e Chiara Bisso, l'omicidio sarebbe nato in un contesto familiare e nello specifico nei rapporti ormai deteriorati tra i due.

Quei litigi frequenti e i contrasti nati da motivi economici

Barba nelle ore precedenti all'omicidio è stato visto a bordo della sua autovettura sul luogo del delitto, e le successive indagini tecniche hanno evidenziato cospicue tracce di polvere da sparo sulla sua autovettura. In passato i due avevano avuto già numerosi diverbi dentro e fuori le mura di casa: in molti hanno assistito a quei litigi scaturiti dopo la separazione coniugale della vittima a causa principalmente di grossi contrasti economici tra i due. Secondo gli inquirenti il fermo è stato necessario vista la conoscenza da parte dell'indagato di indagini a suo carico e la conseguente possibilità di poter lasciare l'Italia.

L'omicidio il giorno di Ferragosto: tre colpi di pistola a distanza ravvicinata

Il pomeriggio del 15 agosto scorso, Salvatore Lupo si trovava in un bar di Favara, in via IV Novembre, quando è stato raggiunto da tre colpi di pistola esplosi da un uomo col volto coperto. Ex  presidente del consiglio comunale, il 45enne era stato presidente del Consiglio comunale di Favara nel 2015 mantendo il ruolo fino allo scorso mandato. Era rimasto coinvolto nel 2015 nell'inchiesta "Catene spezzate" che ipotizzava maltrattamenti ai danni di persone fragili ospiti di una delle sue strutture per anziani. Lupo era infatti un imprenditore nel settore delle residenze per anziani. Lo scorso 20 maggio era stato rinviato a giudizio insieme ad altri 7 imputati. Lupo era coinvolto anche nella vicenda giudiziaria "Stipendi spezzati" che ipotizzava invece l'applicazione del pizzo sulla busta paga dei dipendenti.

Svolta nel giallo dell’ex vigilessa Laura Ziliani: arrestate le figlie e fidanzato della più grande
Svolta nel giallo dell’ex vigilessa Laura Ziliani: arrestate le figlie e fidanzato della più grande
345 di Videonews
Uccise l'ex compagna con 30 coltellate: tenta il suicidio in carcere soffocandosi con dei calzini
Uccise l'ex compagna con 30 coltellate: tenta il suicidio in carcere soffocandosi con dei calzini
Francia, l'ex presidente Sarkozy condannato per finanziamento illegale in campagna elettorale
Francia, l'ex presidente Sarkozy condannato per finanziamento illegale in campagna elettorale
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni