E' finita in tragedia la tradizionale festa del Maio di Baiano, in provincia di Avellino. Come riporta Leggo, infatti, un ventitreenne originario del luogo ha perso un braccio a causa dell'esplosione dello zaino che portava a tracolla e che conteneva fuochi artificiali destinati ad essere esplosi durante la processione della notte di Natale: "Durante il percorso, una scintilla provocata dai botti lanciati è finita nello zaino di Giuseppe Lippiello, 23 anni, facendo esplodere i fuochi artificiali che il giovane vi custodiva. Fortissima la deflagrazione che lo ha scaraventato a metri di distanza".

Il giovane è stato trasportato d'urgenza al Cardarelli di Napoli ed è al momento in prognosi riservata, anche se i medici hanno confermato la perdita dell'arto. Immediato l'intervento delle forze dell'ordine che hanno provveduto al sequestro del materiale potenzialmente pericoloso trovato in piazza.