Dal video di Giorgio Polli (Youtube)
in foto: Dal video di Giorgio Polli (Youtube)

“Gioca con gli angeli in Paradiso; lasciati prendere in braccio dalla madre di Dio e trova il modo di accarezzare i tuoi genitori, di consolarli". Sono parole pronunciate dal vescovo di Foligno, Gualtiero Sigismondi, per i funerali della piccola Greta, la bimba di tre anni annegata lo scorso martedì 12 maggio nella piscina di un immobile dismesso a Pontecentesimo. Le esequie sono state celebrati oggi nella chiesa di Maria SS. Assunta in Pieve Fanonica (Perugia). Lo riporta la ‘Gazzetta di Foligno'.  "Non ci sono parole capaci di consolare i genitori di Greta, Cristina e Ciprian – ha detto il Vescovo – Le nostre voci non potrebbero mai lenire una ferita così grande, perché il dolore di una madre e di un padre è proporzionato all’amore con il quale si lega ai figli".

L'addio alla piccola è stato possibile dopo che, ad autopsia effettuata, l'autorità giudiziaria ha potuto dare il nulla osta alla celebrazione dei funerali. La piccola si trovava nel giardino della casa in campagna a Capodacqua di Foligno quando è scomparsa insieme ai cani di famiglia. In casa c'erano il nonno, mamma Cristina e Andrea, la zia. La piccola stava giocando e canticchiando i giardino quando i familiari, allertati dall'improvviso silenzio, si sono accorti che Greta era sparita. L'hanno cercata per ore tra i sentieri immersi nei boschi del Perugino, fino a quando un elicottero ha avvistato i due labrador sul bordo di una piscina in località Pontecentesimo, a due chilometri di distanza dal luogo della scomparsa. La piccola era annegata nella piscina della struttura abbandonata, dove si sarebbe avventurata seguendo i cani. Il ritrovamento ha gettato nel più profondo sconforto la piccola e unita comunità locale, che oggi si è ritrovata per dire addio alla piccola Greta. Alla cerimonia di oggi erano presenti anche i suoi cani, che hanno accompagnato la piccola insieme ai suoi cari e che avrebbero tentato invano di salvarla.