Covid 19
24 Gennaio 2022
09:27

Covid, Locatelli: “Calo dei contagi, ma serve ancora prudenza. C’è rischio nuove varianti”

Il presidente del Consiglio superiore di sanità sottolinea la possibilità di altre varianti del Coronavirus, poi anticipa come la durata Green pass potrebbe cambiare e andare oltre i 6 mesi.
A cura di Biagio Chiariello
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19

 Dal 1° febbraio il green pass scadrà dopo 6 mesi dall'ultima somministrazione di vaccino ricevuta. Tuttavia le tempistiche potrebbe cambiare (di nuovo) a breve. Nello specifico, allungandosi. Ad anticiparlo è il coordinatore del Comitato tecnico scientifico Franco Locatelli. “Il tema non è ancora stato portato all’attenzione del Cts, ma non posso escludere che lo sarà nei prossimi giorni”, ha detto, intervistato durante e-Venti su Sky TG24. "La protezione della dose booster aumenta significativamente la protezione rispetto al ciclo vaccinale primario: siamo nell’ordine del 90-97% di protezione rispetto al rischio di malattia gravi” ha poi sottolineato. Per questo, “una maggiore durata del certificato potrebbe a breve essere discussa".

Nuovi casi Covid in calo

Locatelli evidenzia poi come si potrebbe già parlare di una "chiara riduzione dei contagi confrontando i numeri di questa domenica rispetto alla precedente (ieri erano 136mila mentre sette giorni prima 149mila, ndr)". Anche sul fronte delle terapie intensive, "i dati dell'ultima cabina di regia hanno identificato nel 17,3% il tasso occupazione delle terapie intensive, un valore più basso rispetto alla settimana precedente" dice l'esperto. Numeri che, insieme a quelli registrati in altri Paesi, fanno ipotizzare che in Europa sia possibile guardare alla "fine della pandemia".

Rischio nuove varianti

Tuttavia, il coordinatore del Cts invita "ad avere ancora un po' di prudenza per confermare questo dato". Una delle parole chiavi di questo periodo è ‘attenzione': "Credo che possano emergere altre varianti del virus", ha detto Locatelli. Il suo auspicio è "che vengano promosse quanto prima campagne vaccinali nei Paesi che su questo fronte sono ancora indietro".

Vaccino nei bambini e scuole

Locatelli poi evidenzia come nell'ultima fa ci sia stata "una diffusione maggiore di contagi" nella fascia tra i 5 e gli 11 anni, sottolineando comunque come si tratti di "una fascia ancora poco protetta dalle vaccinazioni". Allo stesso tempo va sottolineato come "oggi abbiamo superato la soglia simbolica del milione di bambini vaccinati". L'aumento dei contagi tra i bambini è verosimilmente collegato alla riapertura delle scuole dopo le festività natalizie, anche se gli istituti sono tra "i luoghi più sicuri".

31294 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni