È stato ritrovato il corpo di Dino Mazzei, l'uomo di Cosenza scomparso da casa venerdì scorso. Il cadavere è stato rinvenuto vicino al ponte di Calatrava questa mattina, dopo due giorni in cui non si era avuta alcuna notizia dell'uomo, visto per l'ultima volta nella zona commerciale di Zumpano venerdì sera. Secondo gli inquirenti, Mazzei avrebbe deciso di tornare a casa a piedi e sarebbe stato investito da un'auto che si sarebbe poi allontanata.

L'uomo presentava infatti una profonda ferita alla gamba sinistra, che corrisponderebbe a un violento urto da parte di un'auto. Il corpo della vittima, nell'impatto, sarebbe stato quindi scaraventato al di là del guard rail, dove è stato trovato oggi dalla polizia. Il posto dove è stato rinvenuto il cadavere corrisponde a quanto raccontato da alcuni testimoni che venerdì sera l'avevano visto camminare verso il quartiere di Geraci. Il motivo del decesso, comunque, sarà stabilito dal medico legale. Le indagini sono guidate dal procuratore di Cosenza Mario Spagnuolo.

Ieri mattina la figlia di Mazzei aveva lanciato un appello su Facebook: "Ragazzi e ragazze, aiutateci a trovare Dino. Condividete tutti per favore. Da ieri non è tornato a casa". Dopo la segnalazione della scomparsa, gli inquirenti avevano sentito i familiari di Mazzei: l'uomo sarebbe imparentato con un collaboratore di giustizia, ma era del tutto strano ad ambienti malavitosi. Al momento la pista del pirata della strada rimane la più probabile.